Space Force consegna il primo dei due payload statunitensi da lanciare nella missione a banda larga artica di Space Norway

I carichi utili dovrebbero decollare nel 2023 su un razzo SpaceX Falcon 9 dalla Vandenberg Space Force Base

La US Space Force ha annunciato l’8 giugno di aver consegnato il primo dei due payload di comunicazione militare che verranno lanciati nel 2023 sulla missione a banda larga satellitare artica di Space Norway nota come ASBM.

I payload Enhanced Polar Systems-Recapitalization (EPS-R) da 1,3 miliardi di dollari – sviluppati da Northrop Grumman – voleranno verso orbite altamente ellittiche su due satelliti ASBM che decolleranno il prossimo anno su un razzo SpaceX Falcon 9 dalla Vandenberg Space Force Base, in California.

La missione include anche payload di comunicazione per il Ministero della Difesa norvegese e per l’operatore satellitare britannico Inmarsat. Gli EPS-R sono payload Ad altissima frequenza estesa di velocità dati che forniranno servizi di comunicazione sicuri per le forze statunitensi che operano nella regione polare nord.

I due payload EPS-R aumenteranno due satelliti Enhanced Polar Systems esistenti anch’essi realizzati da Northrop Grumman. La società sta anche aggiornando il segmento di terra.

Il progetto è stato salutato dai funzionari della difesa degli Stati Uniti come un esempio di cooperazione internazionale sui programmi spaziali. La Space Force ha detto che l’accordo USA-Norvegia per il lancio di EPS-R segna il primo carico utile spaziale di sicurezza nazionale ad essere ospitato su un veicolo spaziale alleato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.