Oltre 60 morti in un attacco aereo sul centro di detenzione dello Yemen, l’ONU condanna l’attacco

SAADA: Tre bambini e più di 60 adulti sarebbero stati uccisi venerdì in attacchi aerei in Yemen, ha detto Save the Children, e un testimone della Reuters ha affermato che diverse persone, inclusi migranti africani, sono morte in un raid nella provincia di Saada, detenuta da Houthi.

I soccorritori stavano ancora tirando fuori i corpi dalle macerie intorno a mezzogiorno dopo lo sciopero dell’alba nel centro di detenzione temporanea di Saada, nel nord dello Yemen, ma non era immediatamente chiaro quante persone fossero state uccise.

Una coalizione militare a guida saudita che combatte il gruppo Houthi allineato all’Iran dal 2015 ha affermato che il rapporto sarebbe stato oggetto di indagini approfondite.

“Prendiamo molto seriamente questo rapporto e sarà oggetto di un’indagine approfondita poiché tutti i rapporti di questa natura stanno utilizzando un processo indipendente approvato a livello internazionale. Mentre questo è in corso, sarebbe inappropriato commentare ulteriormente”, ha affermato il portavoce della coalizione, il generale di brigata Turki al-Malki.

La coalizione ha intensificato gli attacchi aerei su quelli che dice essere obiettivi militari Houthi dopo che il gruppo ha effettuato un assalto senza precedenti al membro della coalizione, gli Emirati Arabi Uniti, lunedì e ulteriori lanci di missili e droni nelle città saudite.

Una dichiarazione di Save the Children ha affermato che più di 60 adulti sono stati uccisi venerdì in attacchi aerei in Yemen, aggiungendo che tre bambini sono stati uccisi quando i missili hanno colpito la città occidentale di Hodeidah.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.