ven. Set 17th, 2021

Nel 2019 sono stati 850mila i visitatori italiani che si sono recati nel Paese nordafricano. Tra le mete più ambite Marrakech, Fez, Tangier, Agadir, Ouarzazate

Dal 15 giugno il Marocco riapre le sue porte ai turisti e così si potrà tornare ad esplorare Marrakech con la sua incredibile piazza Jemaa El Fna, cuore pulsante della città più bella del Marocco. Ma anche Rabat, Fez con la sua misteriosa medina, Meknes e le altre città imperiali con la loro storia millenaria e i monumenti (la moschea della Koutoubia, la tomba dei Saadiani, il Mausoleo Mohamed V, la Torre Hassan), eredità di gloriose dinastie del passato. Da non trascurare anche l’entroterra pieno di tesori e sull’oceano l’affascinante Essaouira, l’antica Mogador la “Sposa dell’Atlantico”.

Dal 15 giugno i viaggiatori provenienti dai principali mercati esteri potranno accedere al territorio marocchino se in possesso di certificato di vaccinazione e/o test Pcr negativo, eseguito 48 ore prima della data di entrata sul territorio. L’Ente nazionale per il Turismo del Marocco è pronto a sostenere il comparto turistico e mette a disposizione ogni possibile supporto per il successo della programmazione della stagione estiva 2021. L’industria turistica si è organizzata per accoglierli al meglio, in totale sicurezza specie dopo la campagna di vaccinazione nazionale. Vale anche in Marocco la regola del coprifuoco alle 23.

I voli internazionali per ora riprendono su Casablanca, Marrakech, Fez, Tangeri, Rabat. Sei grandi compagnie aeree internazionali (Royal Air Maroc, Air Arabia, Ryanair, Easyjet, Alitalia, Brussell Airlines), che già programmavano il Marocco prima della pandemia, riprenderanno ad operare sulle rotte italiane, affiancati da Wizzair, una new entry che inizierà i propri servizi dall’Italia. Tutto ciò, sulla base della decisione del governo marocchino di permettere ai turisti di accedere al territorio del Paese per via aerea, rispettando alcune condizioni sanitarie, secondo le raccomandazioni del ministero della Salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *