mar. Ago 3rd, 2021

Milano, 3 lug. (askanews) – Nonostante le varianti e una situazione a livello planetario non proprio rassicurante, la pandemia di Covid-19, a oltre un anno e mezzo dal suo drammatico esordio, fa un po’ meno paura. Complice l’andamento del piano vaccinale, si sta ricominciando a viaggiare, soprattutto in aereo, anche per turismo e i dati del settore aereo sono in lenta ma costante crescita.

Passeggeri, aeroporti e compagnie aeree, tuttavia, devono fare i conti con il cosiddetto “New normal”, fatto di norme e procedure contro la diffusione dei contagi. Una mano, però arriva dalle nuove tecnologie. Askanews ha fatto il punto con Sergio Colella, presidente Europa di Sita, fornitore globale di servizi ad alta tecnologia per il trasporto aereo.

“La tecnologia qui è fondamentale per permettere al traffico di ripartire aderendo ai nuovi controlli sanitari – ha detto Colella – parliamo di tecnologia di mobilità, quindi il fatto che il proprio smartphone contenga tutti i dati che permettono al viaggiatore di salire su un aereo, parliamo di tecnologia touchless e self-service, con chioschi implementati negli aeroporti per permettere di processare più passeggeri in modalità self-service, parliamo di biometria e riconoscimento facciale che permettono di essere riconosciuti nell aeroporto al momento del boarding (imbarco, bdr) e del controllo di sicurezza, in maniera molto più rapida e sicura e anche di Intelligenza Artificiale, una tecnologia molto importante per ottimizzare tutti i movimenti in aeroporto e per garantire il distanziamento sociale e analizzare, tramite Computer Vision, i flussi in aeroporto. Tutte queste tecnologie sono allo studio e sono in via d’implementazione in tutti gli aeroporti per tutte le compagnie europee”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *