ven. Set 17th, 2021

I prezzi non sono alti ma le destinazioni sono poche. Il maggior numero di voli è tra Fiumicino e Linate, da 43 a 139 euro a tratta. Non sono in vendita voli per la Sardegna né per Usa e Giappone

I prezzi dei biglietti non sono alti, ma le destinazioni sono poche. È quanto emerge da un’analisi del Sole 24 Ore sui voli di Ita, la nuova compagnia, tutta pubblica, che ha in programma di volare al posto di Alitalia dal 15 ottobre prossimo. Va precisato che solo da Roma Fiumicino e da Milano Linate ci sono voli diretti per altre città italiane o per l’estero. Non ci sono voli per la Sardegna. Non sono in vendita neppure voli intercontinentali, benché siano state annunciate come prime destinazioni dal 15 ottobre New York Jfk, Boston, Miami e Tokyo Haneda. La società non ha ancora le autorizzazioni per farli.

In riferimento ai voli annunciati per Stati Uniti, Giappone e Algeri, sul sito della nuova società si legge: «Ita sta completando il processo di certificazione necessario per avviare la commercializzazione e prevede di mettere in vendita i biglietti per tali Paesi quanto prima». Per ora Alitalia vola per New York e per Tokyo, ma dopo il 14 ottobre non potrà più farlo perché la licenza di volo e il Coa sono stati trasferiti a Ita. Pertanto chi ha bisogno di volare per gli Stati Uniti e il Giappone dal 15 ottobre in poi per adesso deve comprare biglietti solo con altre compagnie concorrenti. Un bel danno per Ita, che perde potenziali ricavi, in quanto molti biglietti vengono acquistati in anticipo. Non si sa quando la società potrà ottenere le «certificazioni» mancanti.

La rotta sulla quale c’è il maggior numero di voli è la Roma Fiumicino-Milano Linate, 18 frequenze al giorno (cioè 18 voli di andata e altrettanti di ritorno). Questo sorprende perché le due città sono ben collegate dall’alta velocità ferroviaria. Quindi i proclami che abbiamo sentito negli ultimi mesi, anche dal governo con il ministro Enrico Giovannini, di realizzare un’integrazione tra treni e aerei, come per esempio in Germania tra Lufthansa e Deutsche Bahn, sono caduti nel vuoto.

L’analisi su tutte le rotte è stata fatta sui voli diretti del 15 ottobre, i prezzi sono riferiti alla sola andata. I voli da Fiumicino a Linate costano minimo 64,02 euro (tariffa Economy light), massimo 139,02 (Economy flex). Il primo parte alle 6:30 e arriva alle 7:40, l’ultimo parte alle 22 e arriva alle 23:10 (su quest’ultimo il prezzo è un po’ più basso, minimo 57,98 euro, massimo 132,98). Dal capoluogo lombardo il primo volo parte alle 7 e arriva a Fiumicino alle 8:10, prezzo minimo 42,98 euro, massimo 117,98. A partire dal volo delle 8.30 il prezzo minimo sale a 56,98 euro, il massimo a 131,98. Questa tariffa rimane per tutti i voli successivi. L’ultimo da Milano alla capitale parte alle 22.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *