Category Archives: Aerei Storici

Un gigante a Malpensa: arriva l’Antonov An-225

L’aeroporto di Malpensa è in fibrillazione per l’arrivo di un grande, grandissimo aereo. Si tratta del gigante dei cieli per eccellenza, l’Antonov An-225 Mryia, atteso oggi per le 17.15.

Il velivolo, unico esemplare al mondo, ripartirà dallo scalo varesino alle 19.15 di domani, sabato 31 marzo.

File:An-225 Mriya.jpg

Diamo qualche numero

Il gigante dell’aria, con un peso massimo al decollo pari a 640.000 kg, venne concepito all’interno del programma spaziale sovietico nell’ambito del programma per il Lanciatore Energia.

Rispetto al predecessore VM-T Atlant, l’An-225, derivato dal trasporto strategico Antonov An-124 Ruslan, presenta un’ampia stiva interna che consente l’impiego del velivolo per una più vasta gamma di compiti.

Nel 2010 è stato annunciato che Antonov sta lavorando sul progetto dell’aereo passeggeri An-248 sulla base di Mriya. L’An-248 è progettato per il trasporto di 715 passeggeri nella classe economica oppure 605 in due classi; molti esperti ritengono che se realizzato diventerebbe il diretto concorrente dell’Airbus A380. (via Wikipedia)

Il Concorde tornerà in pista?

Uno dei Concorde in precedenza gestiti da Air France seguiranno un programma di restauro per consentirle manovre taxi.

Il jet supersonico è in mostra all’Aerospace Musee de l’Air et de l’Espace, che si trova a Le Bourget, fuori Parigi. Il direttore del museo Gerard Feldzer racconta che si tratta di sostenere uno sforzo di restauro al fine di fornire agli spettatori una manifestazione annuale di rullaggio.

Egli dice che il museo lavorerà con un’associazione di tecnici Air France che lavoravano per la flotta del vettore Concorde.

"Stiamo lavorando per mantenere il Concorde in vita", dice Feldzer.

I tecnici ispezionano i motori del velivolo e dei sistemi. "Ci vorrà circa un anno per riparare i serbatoi del carburante e il sistema idraulico," dice. "E ‘una grande sfida".

Ma egli si attende che un costo relativamente basso seppur saranno necessarie circa 10.000 ore / uomo. Una volta che il lavoro tecnico sarà effettuato, i sistemi del velivolo saranno testati inizialmente senza rifornimento di carburante. Se questi test saranno soddisfacenti, li velivolo si muoverà con le proprie forze.

Feldzer dice che gli ingegneri cercheranno di riparare tutti e quattro i propulsori, ma che solo due saranno probabilmente utilizzati per la dimostrazione di rullaggio. "Spero che saremo in grado di farlo una volta all’anno", aggiunge, ma sottolinea che l’aereo non vieneverrà restituito a condizioni di aeronavigabilità.

Il Concorde ha effettuato il suo primo volo nel 1978 ed è stato offerto al museo da Air France il 14 giugno 2003.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Via: FlightGlobal

125 anni fa nasceva a Lauro Umberto Nobile, l’eroe volante che sfidò il Polo

image Se Amundsen è il temerario esploratore dell’ignoto, il colonnello napoletano Umberto Nobile, direttore dello Stabilimento Costruzioni Aeronautiche di Roma, è il comandante e l’anima della spedizione del dirigibile Italia che nel 1926, per la prima vola, consentì di sorvolare il Polo Nord. Umberto Nobile nasce a Lauro, piccolo paese in provincia di Avellino, il 21 gennaio 1885;

Il 15 aprile 1928, con una spedizione a bordo del dirigibile Italia raggiunge il Polo alle ore 1.20 del 24 maggio, nell’anniversario dell’entrata in guerra del Paese nella Prima Guerra Mondiale.
Il viaggio riprende verso l’Alaska: e qui comincia la tragedia, perché il dirigibile «Italia» si ritrova al centro di una tempesta e va a schiantarsi sui ghiacci, spezzato in due. Un troncone con sei membri dell’equipaggio scompare nella notte polare e non se ne troverà più traccia.

Vickers del 1911 ritrovato in Antartide

image Un monomotore Vickers abbandonato sul ghiaccio antartico durante una spedizione del 1911-1914 potrebbe essere stato trovato il giorno di Capodanno del 2010. Se fosse vero, il ritrovamento stesso può essere unico.

Il relitto è stato trovato sul ghiaccio sulla riva del Commonwealth Bay. Il capo spedizione Dr. Tony Stewart ha detto a Reuters, "Venerdì è stato l’unico giorno in parecchi anni in cui le rocce sono state sufficientemente esposte e la marea era sufficientemente bassa". Sono stati ritrovati tubi di metallo arrugginiti, ma essi corrispondono a tubi strutturali della fusoliera del monoplano. Il Vickers era originariamente destinato a soddisfare l’obiettivo di lanciare il primo volo umano sulla calotta antartica.

Il velivolo è stato danneggiato durante un volo di dimostrazione nel mese di ottobre 1911, poco prima della spedizione di Mawson (alla guida del velivolo).

Via: AV WEB

Ecco l’aereo “stealth” di Hitler

image Roma – 8 Maggio 1945. Ormai stritolato dalla morsa degli alleati il Terzo Reich si arrende, determinando la fine della Seconda Guerra Mondiale in Europa. Le installazioni militari in Germania sono state ridotte a un cumulo di macerie dai bombardamenti, tranne alcuni hangar in cui alloggiavano vari prototipi ancora in fase di sviluppo.

Dal punto di vista tecnologico era evidente la superiorità tedesca duranti gli anni del conflitto. Il Messerschmitt Me 262, per fare un esempio, è stato il primo e unico aereo con motori a getto a solcare i cieli infuocati dalla guerra. Si è trattato in questo caso di uno dei pochi programmi bellici nazisti sviluppati in tempo per prendere parte alle battaglie.

Nel novero delle incompiute tedesche rientra anche quello è probabile sia il primo velivolo stealth della storia: si tratta del cacciabombardiere Horten Ho 2-29, un aereo la cui linea ricalca quella del bombardiere strategico statunitense B-2, progettato 50 anni dopo.

Uno dei pochissimi esemplari rimasti integri è stato utilizzato dagli esperti della Northrop-Grumman, in collaborazione con il National Geographic per analizzare la traccia radar del velivolo.

I risultati ottenuti hanno stabilito effettivamente che gli ingegneri tedeschi avevano realizzato un aeroplano dalle capacità incredibili per l’epoca. Il modello era equipaggiato con uno dei primissimi seggiolini eiettabili della storia. Il raggio d’azione superava i mille chilometri e la velocità massima si aggirava intorno ai 1000km/h.

Se fosse entrato in produzione non avrebbe avuto rivali tra gli alleati. Il P-80 statunitense e il Gloster Meteor britannico, pur non avendo mai combattuto nel conflitto, appartenevano alla stessa classe del Me-262.

L’esperimento più interessante è quello eseguito mettendo alla prova le capacità dei radar dell’epoca. È stato stabilito che una squadriglia di Horten diretta verso Londra sarebbe stata individuata con 10 minuti di ritardo rispetto ai bombardieri utilizzati dalla Luftwaffe nella decisiva Battaglia d’Inghilterra, impendendo ai piloti britannici di intervenire in tempo.

Le offensive aeree tedesche che misero a ferro e fuoco la Gran Bretagna nell’estate del 1940 furono infatti vanificate grazie all’operato delle postazioni radar dispiegate sulle coste britanniche, che individuavano gli aerei nemici ben prima che questi giungessero in prossimità della costa. Una volta ricevuto l’allarme gli aerei della RAF avevano solitamente venti minuti di tempo per alzarsi in volo e salvare la regina da un nemico capace di una flotta aerea da combattimento tre volte più grande di quella britannica.

Sulla base di questi dati c’è chi ha pensato che se il secondo conflitto mondiale si fosse protratto per almeno altri due anni la Germania avrebbe avuto dalla sua parte una rinnovata capacità bellica per ribaltare nuovamente le sorti della guerra, vanificando così gli effetti dell’operazione Overlord.

Giorgio Pontico

Fonte: Punto Informatico

Airship Ventures: dopo 71 anni un dirigibile Zeppelin torna a volare in America

Molti di voi si ricorderanno le eccezionali immagini d’archivio di quel dirigibile in fiamme che precipita tra il panico della gente a terra. Era il 6 maggio 1937, alle sette di sera, quando presso la Stazione Aeronavale di Lakehurst nel New Jersey, non distante da New York, l’Hindenbug, il dirigibile più grande del mondo cadde in fiamme uccidendo ben 36 persone. Tale fu l’emozione suscitata dall’evento che da allora nessun dirigibile passeggeri ha mai volato sul suolo americano.

Il tempo però riesce a cancellare anche le paure più radicate e dopo oltre 71 anni da quel triste giorno un nuovo dirigibile passeggeri si appresta a solcare nuovamente i cieli degli Stati Uniti. Dopo l’Hindenburg non si è più usato l’idrogeno, ed il dirigibile è sicormante uno dei mezzi di trasporto aereo più sicuri ed affidabili.

Il dirigibile Zeppelin della compagnia Airship Ventures è arrivato a San Francisco sabato scorso, passando sopra il ponte Golden Gate in rotta verso la sua nuova casa a Moffett Field, una ex stazione aereonavale a Mountain View, a circa 40 miglia a sud di San Francisco.
Il dirigibile è quindici metri più lungo di un Boeing 747, per un totale di quasi 75 metri. Il Zeppelin NT (New Technology) è stato costruito ad Amburgo, in Germania, e trasportato in container via nave fino al porto di Beaumont nel Texas. Qui è stato rimontato e spedito in volo di prova fino in California

La società offrirà dei tour panoramici al di sopra di mete importanti come la Silicon Valley, la regione vinicola di Napa, il Big Sur e le sue magiche coste. Dirigibile Ventures prevede inoltre di utilizzare il Zeppelin di nuova tecnologia anche per missioni di ricerca scientifica.

La cabina può ospitare il pilota, un assistente di volo, e fino a 12 passeggeri. Le finestre panoramiche sino state sovradimensionate, ed anche la toilette a bordo possiede una finestra in modo da non perdersi un solo momento di panorama! Da segnalare la parte posteriore della cabina con un’unica finestra con vista a 180° e un “Love Seat” dedicato ai più romantici.

La società privata Airship Ventures ha dichiarato che il suo Zeppelin è il più grande dirigibile che vola negli Stati Uniti. L’azienda spera anche di espandere aggiungendo più dirigibili in diverse località, sempre degli Stati Uniti. Quanto costa volare? I prezzi partono da 495$ a persona e variano in base alla durata del volo e al tipo di destinazione. Sono inoltre disponibili pacchetti personalizzati per i gruppi e le occasioni speciali (matrimoni e compleanni) oltre che la possibilità di visite guidate.

Fonte foto, cortesia: Airship Ventures

Fonte: Il Turista

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi