Category Archives: Aerei di oggi e di domani

Il supersonico per passeggeri tornerà presto?

SonicStar è un progetto di aereo passeggeri supersonico. Si prevede di fare il primo volo entro giugno 2021. 

Il veivolo potrà raggiungere una velocità fino a Mach 3,6 (circa 4,410.12 km / h) e volare ad un’altitudine di 60.000 piedi (18.300 m). La propulsione sarà il 30% più efficiente di quella Rolls Royce 593 del ConcordeIl SonicStar potrebbe così volare al doppio della velocità del Concorde. Si suppone che sarà alimentato da due SonicBlue S-MAGJET (Supersonic-Magnetic Turbine Advanced Generation Jet), motori  supersonici ibridi. 

Il boom sonico potrà essere evitato attraverso la tecnologia di riduzione della resistenza elettromagnetica (attualmente non esistente), eliminando quello che contraddistingueva il predecessore Concorde. 

Se andrà in porto il SonicStar porterà da dieci a venti passeggeri in VIP class.

Speciale LSA: una rivoluzione sui cieli europei (Parte II)

Un po’ di storia

Agli inizi degli anni 2000 la diminuzione di ore volate di Aviazione Generale (o AG) in America e in UE divenne una triste evidenza. La ragione era facilmente identificabile negli alti costi di certificazione delle macchine nonché ai sempre maggiori costi del carburante AvGAS.

Questo fenomeno portò a creare, nel 2004, una nuova classe (la LSA) che, interpretando i requisiti del mercato, creò le premesse per la rinascita dell’AG. La LSA, diffusasi in tutto il Nuovo Continente più Oceania e Sud Africa, ha generato un settore di mercato florido in cui molte aziende Europee (anche Italiane) hanno investito con buoni risultati.

La reazione della UE

Il fenomeno non poteva non impattare anche il Mercato UE, seppur con un po’ di ritardo. Nel Luglio 2011 EASA ha formalmente emesso lo schema certificativo noto come CS-LSA (ove CS sta per Certification Specification). Lungaggini burocratiche hanno portato EASA ad emettere il 1° Type Certificate solo ad aprile 2012 proprio alla CZECH SPORT AIRCRAFT (cert. n° EASA A.546). La CS-LSA si basa su quella Americana ma, al contempo, introduce qualche grado di libertà in più (i.e. carrello retrattile e elica PVV) e puntualizza i connotati organizzativi delle Aziende in modo molto professionale (impone la necessità del Design Organisation Approval DOA e del Production Organisation Approval POA).

Frecce Tricolori, una meravigliosa avventura

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

De Agostini presenta due DVD per un viaggio entusiasmante nel cuore della pattuglia acrobatica più spettacolare e amata al mondo.

180 minuti di intense sensazioni ed emozioni, vissute a fianco dei piloti nel modo più realistico e intenso possibile.

 

Quello che presentiamo è un video realizzato utilizzando moderne tecniche di ripresa e con l’ausilio di microcamere installate in punti strategici del velivolo, così da volare assieme ai 10 velivoli MB-339 della PAN.

Nuove frecce tricolori: test rimandati

Test dei nuovi modelli delle Frecce Tricolori rimandati a mercoledì a causa delle condizioni meteo non proprio ideali. L’aeroporto “Panero” di Villanova d’Albenga – già location, la scorsa settimana, per alcuni test eseguiti dai due piloti collaudatori della casa produttrice Aermacchi (tra questi Matteo Maurizio di Cisano Sul Neva) – tornerà protagonista dopodomani, quando ospiterà i nuovi modelli di aerei M-346 biposto e bimotore.

 

aereo modello frecce panero

 

Si tratta di una nuova generazione di veivoli dotati delle tecnologie più avanzate in campo aeronautico, all’attenzione di tutto il settore europeo e con possibilità di diventare “addestratore” per tutte le nazioni aderenti alla Nato. Per le ore 10 di mercoledì è previsto l’arrivo presso lo scalo ingauno, dopo il rifornimento e le operazioni a terra i due nuovi modelli si alzeranno in volo, diretti in località Capo Corso, dove svolgerano speciali esercitazioni in mare aperto.

 

Fonte: IVG

UFO? No, è un nuovo sofisticato UAV

Della Marina americana l’ultimo drone caccia stealth ha raggiunto un nuovo traguardo. Esso ha infatti volato in configurazione da crociera per la prima volta.

 

Il jet X-47B è progettato per il volo aerodinamico – non ha nemmeno una coda – e in parte per migliorare le sue capacità stealth. Fin ora però in tutte le sue prove di volo non aveva mai ritirato il carrello di atterraggio, rendendo difficile testare le sue caratteristiche aerodinamiche.

 

 

Ora ulteriori test aiuteranno gli ingegneri a testare le prestazioni del velivolo in una vasta gamma di altitudini, velocità e condizioni di carburante. Northrop Grumman sta sviluppando l’X-4B per conto della US Navy, che prevede di usarli sulle portaerei. Il drone è concepito come un aereo robotizzato da attacco, in grado di assumere una moltitudine di missioni a velocità molto più elevate dei cugini Predator e Reaper. Sarà il primo velivolo senza pilota a decollare e atterrare su una piattaforma portaerei. Come tale, la Marina Militare sta anche studiando l’intelligenza drone, in modo che ogni X-47B non avrà bisogno di importunare la torre.

 

Via: Popsci

Saranno questi gli aerei del futuro?

Tre caratteristiche uniche ed indistinguibili: gli aerei del 2025 saranno ecologici, silenziosi e poco assetati di kerosene.

image

Le proposte presentate da Lockheed Martin, Northrop Grumman e Boeing Company sono apparse alcuni giorni fa sul sito della nasa (è l’ente committente). Aerei in grado di coprire oltre 11mila chilometri e portare fino a 45mila chili.

Secondo la NASA i velivoli del futuro emetteranno 71 decibel in meno rispetto alle attuali normative della Federal Aviation Administration e consumeranno il 70% in meno di carburante. Alcune compagnie hanno puntato all’aerodinamica, altre all’efficienza dei motori, altre ancora alla diminuzione della velocità per ridurre i consumi.

Saranno proprio questi i velivoli del futuro? Voi cosa ne pensate?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi