Category Archives: Passato e Futuro

AT & T: i droni saranno la vera rivoluzione nel mondo delle infrastrutture

drone-in-air-02-100672071-large.idge[1]

AT & T prevede di risparmiare denaro utilizzando droni invece di lavoratori per ispezionare le oltre 65.000 torri di trasmissione dei dati mobili.

Il fornitore di servizi vuole finanziare piloti e aziende in tutti i 50 stati per ispezionare le torri. Queste torri, alte spesso più di 30 metri e con componenti a volte fuori dalla portata dei lavoratori che salgono per ispezionarle, richiedono perfezionamenti costanti e attenzioni.

I droni per il ramo civile?

“Con 65.000 siti, tali esigenze sono costanti. Prevediamo un sacco di opportunità per droni”, ha detto Art Pregler, direttore del programma per AT & T. AT & T ha annunciato il programma a febbraio e ha offerto maggiori dettagli la settimana scorsa in un blog, anche se Pregler ha fornito ulteriori dettagli in una intervista.

“Ora che i droni stanno passando dal militare al lato commerciale, vedremo il loro impiego sempre maggiore in ambito civile”, ha detto Pregler. “Attualmente, i lavoratori si arrampicano alle torri, e nel corso del tempo vediamo ispezioni drone statunitense risparmio di denaro.”

L’era della macchina volante è arrivata… grazie ai droni!

ehang-184-aav-passenger-drone-23[1]

L’era del trasporto delle persone con fantasmagoriche macchine volanti non arriverà mai? Dovete e dobbiamo ricrederci tutti! La startup cinese Ehang ha utilizzato la tecnologia dei droni per costruire un aereo per trasportare un passeggero per oltre 40 km in totale sicurezza.

Il drone trasporta persone

EHang 184 AAV è un drone ottocottero per trasportare una sola persona per 23 minuti a circa 100 km/h.

Per decenni la gente ha sognato di avere una auto volante. Alcune aziende ci hanno investito parecchio, come la Terrafugia Transition o skycar, ma al momento nessuna ha davvero sfondato veramente, forse per gli alti costi di gestione, forse per gli eccessivi limiti imposti dalle normative.

“EH184 offre una soluzione praticabile per le numerose sfide del settore dei trasporti”, ha detto il CEO dell’azienda Huazhi Hu in un comunicato. Anche se è inizialmente rivolto ai pendolari, “EHang avrà un impatto globale in decine di industrie al di là di viaggio personale“.

E per le normative?

Prima che possa accadere, le ambizioni di EHang dovranno fare i conti con vincoli normativi vigenti e sarà molto difficile poter vendere questo prodotto senza avere una sorta di certificato di aeronavigabilità, seppur sperimentale.

EHang ha detto che sta lavorando con i governi di tutto il mondo e che sarà necessaria la licenza senza pilota per utilizzare il mezzo. I passeggeri voleranno toccando una destinazione su una mappa elettronica all’interno del velivolo, e il 184 farà tutto il resto.

A causa di queste questioni normative, non è ancora chiaro quando il velivolo sarà in vendita. Il prezzo è anche incerto, ma la società spera di poter vendere la macchina ad un prezzo concorrenziale con una auto di lusso.

Primo volo per l’A320neo con motorizzazione LEAP-1A

Il primo A320neo dotato di motori CFM International LEAP-1A ha completato con successo il primo volo ieri a Tolosa. Il volo dell’aeromobile, il cui codice di registrazione è F-WNEW, è durato 4 ore e 25 minuti, nel corso dei quali sono stati condotti dei test per convalidare l’inviluppo di volo fino alla massima altitudine (39.000 piedi), per verificare le variazioni nella velocità del motore (alta/bassa) e per controllare il comportamento dei sistemi.

800x600_1432045154_A320neo_CFM_engine_first_flight_Take_off

A Monaco il centro di controllo del Solar Impulse 2

L’aereo a zero carburante, pilotato da Bertrand Piccard e André Borschberg, sarà ‘guidato’ dal Principato Di Monaco, dove è stato da poco inaugurato il centro di controllo. L’aereo elettrico Solar Impulse 2 decollerà a inizio marzo 2015 da Abu Dhabi per tentare di fare il giro del mondo con un’alimentazione ad energia solare.


Il Solar Impulse 2 è un aereo solare dall’apertura gigantesca, un vero e proprio laboratorio tecnologico volante, dall’autonomia quasi perpetua. Per effettuare il giro del mondo, Solar Impulse 2 dovrà compiere ciò che nessun aereo è mai riuscito a fare prima di lui: volare senza carburante per 5 giorni e 5 notti di seguito per poter attraversare gli oceani da un continente all’altro.

È dall’Auditorium Rainier III di Monaco che una sessantina di persone calcoleranno le traiettorie, le previsioni meteorologiche e guideranno quindi i piloti del Solar Impulse 2.

Per ulteriori informazioni consultare il sito www.solarimpulse.com

Operatore Droni, al via i pacchetti completi di Aerialclick!

Hexandro1[1]

Grandi e complessi o piccoli e maneggevoli, i droni stanno diventando giorno dopo giorno uno strumento indispensabile sia per lavorare che per giocare.

Attenzione però! In Italia, come nel resto d’Europa, è entrata in vigore la normativa che regolamentare la presenza di questi aeromobili nei cieli e responsabilizza gli utenti per l’utilizzo di questi strumenti che non hanno nulla a che fare con i giocattoli. Regole che servono per proteggere cose, oggetti e incolumità (e non solo la privacy).

Oggi infatti per pilotare un drone (SAPR) riconosciuto da ENAC (l’ente nazionale per l’aviazione civile) è indispensabile avere un apposito patentino, rilasciato a seguito di un corso tenuto da un ente riconosciuto. Ad esempio Aerialclick, società da anni presente nel mondo dei SAPR, grazie anche alla collaborazione con Helispin, ha creato da poco un pacchetto completo per lavorare in questo mondo rispettando le regole ENAC.

Si parte da un corso teorico (previo superamento della visita medica di II classe) riguardante la conoscenza delle regole dell’aria e nozioni di aerodinamica, normativa, componentistica di bordo e metereologia. Si passa così al corso pratico, con lezioni di volo su un mezzo riconosciuto ENAC.

Infine si spiega come poter otterene le autorizzazioni per volare in aree non critiche o, se il mezzo è dotato degli opportuni accorgimenti, in scenari misti. 

Solar Impulse: volare senza petrolio si può!

43021[1]

E’ decollato il Solar Impulse 2, l’aereo che viaggia completamente grazie all’energia elettrica.

L’obiettivo? Il giro del mondo senza carburante

Decollato da un aeroporto svizzero, è riuscito a stare in volo per due ore e 17 minuti per poi atterrare di nuovo. Per l’ingegnere ed imprenditore André Borschberg “questo è un grande momento per tutti, soprattutto per coloro che hanno costruito questo rivoluzionario aereo”.

Il Solar Impulse 2, successore del primo famoso Solar Impulse, ha una maggiore apertura alare (72 metri), è più leggero e ha una cabina e motore migliore.

Le ali, in materiale composito, sono coperte da  17.000 celle solari spesse 135 micron, che caricheranno quattro batterie con una densità di 260 Wh/kg. 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi