Emirates Group celebra i migliori impiegati

EmiratesA380.jpg.jpgSua Altezza lo Seicco Ahmed bin Saeed Al-Maktoum, Presidente e Capo Esecutivo di Emirates Airline e Gruppo, ha onorato 51 impiegati per il loro impegno a raggiungere l’eccellenza, per l’alto livello di dedizione e le performance ed il servizio esemplari che offrono ai clienti della compagnia e ai loro colleghi. Dieci conseguimenti individuali e di gruppo sono stati riconosciuti durante la cerimonia tra cui tre per gli ottimi livelli di lavoro di squadra.

In centinaia tra colleghi, famiglie e amici dei vincitori si sono riuniti alla cerimonia annuale tenutasi agli Headquarters dell’Emirates Group, dove Sua Altezza lo Sceicco Ahmed gli ha consegnato il premio Najm Chairman’s Award insieme ad un premio monetario.

Parlando al pubblico, Sua Altezza lo Sceicco Ahmed ha dichiarato:  “So che molti di voi stavano aspettando da tempo questo giorno. Il Premio Najm Chairman’s Award è il momento più importante nel calendario del Gruppo Emirates, perché celebra i vostri risultati più incredibili”.

Il premio annuale Najm (stella” in arabo) Chairman’s Award riconosce i più importanti traguardi dello staff Emirates nel mondo. Centinaia di impiegati del Gruppo sono nominati per l’ambito premio e un rigoroso processo di selezione porta alla scelta dei vincitori.

Ha poi continuato: “”Abbiamo visto una grande crescita nel nostro business durante il 2014. Abbiamo vinto molti premi del settore, e abbiamo accolto oltre 9.500 nuovi colleghi nella famiglia Emirates Group. Queste storie di successo ci rendono protagonisti in tutto il mondo. Ma i risultati di oggi arrivano dal lavoro di chi ha operato silenziosamente dietro le quinte. Hanno dimostrato impegno, coraggio e la volontà di riuscire. Mi rende felice premiarli in presenza delle loro famiglie, dei loro amici e di tutti voi qui oggi”.

Quest’anno, le storie dei vincitori del Najm Chairman’s Award andavano dall’aver salvato vite all’offrire il proprio tempo per aiutare passeggeri in difficoltà, dal lavorare in numerosi ambienti ostili alla professionalità in situazioni di pressione.

La vincitrice Hanane Senhaji ha viaggiato 1.053 miglia in più per aiutare un cliente a completare il suo viaggio Hajj. Un’anziana signora delle Filippine viaggiava da Jeddah per cominciare il suo pellegrinaggio Hajj, ma si è ammalata a bordo ed è dovuta rimanere a Dubai. Una volta migliorate le sue condizioni di salute, la donna avrebbe voluto completare il pellegrinaggio ma non l’è stato permesso di viaggiare da sola. Hanan allora l’ha accompagnata a Jeddah, così che potesse incontrare suo figlio e finire il viaggio.

Villajos Gary Almoite ed Herald Mendoza Mateo, entrambi coordinatori per dnata a Singapore, hanno evitato guai quando un aereo in arrivo ha mancato il posto assegnatogli a causa della scarsa visibilità. Gary è saltato dal trasporto bagagli di fronte al velivolo e ha incrociato le mani per indicare che doveva fermarsi. Herald nel frattempo ha lavorato per alzare il finger ed evitare una collisione. Le loro azioni in combo e la velocità di decisione hanno fatto sì che si salvaguardasse la sicurezza dei passeggeri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi