Israele: ecco il paese su cui le compagnie aeree puntano

Da quando Israele e l’Unione Europea hanno firmato ufficialmente il loro storico “Open Skies” una sfilza di compagnie aeree sono al lavoro cercando di espandere le loro offerte verso questo interessante paese.

Sia compagnie aeree tradizionali tra cui Lufthansa che vettori low-cost come easyJet hanno ora l’obiettivo di approfittare della convenzione al fine di offrire ai clienti d’affari e ai turisti comode e opzioni di viaggio a prezzi accessibili per raggiungere lo Stato ebraico.

Grazie a “open skies”, ora anche le compagnie aeree israeliane sono in azione, con El Al che ha da poco annuncito rotte aggiuntive verso l’Europa, e la nuova “Up”, che inizierà il servizio verso destinazioni europee questa primavera.

Mark Feldman, attualmente CEO dell’agenzia di viaggi Zion Tours, spiega in un’intervista che a causa di “una clausola di salvaguardia, una compagnia aerea come easyJet, che ha già iniziato il suo servizio da Londra a Tel Aviv quattro anni fa può già andare avanti ed espandersi.”

Un portavoce di easyJet ha confermato quattro voli settimanali tra Tel Aviv e Berlino e tre voli settimanali tra Tel Aviv e Milano. Il ministro del Turismo israeliano Uzi Landau Dr. descrive “Open Skies” come uno sviluppo innovativo per l’industria del trasporto in Israele, facendo viaggiare da e per l’Europa “più efficiente, fornendo maggiore concorrenza a prezzi più bassi [per il consumatore]. L’accordo è importante in quanto avvicina Israele all’Europa, rendendo il viaggio accessibile a molte persone.”

Tal Muscal, capo del gruppo Communications Israele per il Gruppo Lufthansa, ritiene che l’accordo è un “game changer” nel settore dei viaggi. Muscal dice  che l’accordo “aprirà Israele a molti più turisti, e consentirà a molti altri israeliani di viaggiare in Europa, in modo che tutti ne possano avere benefici”.

Muscal dice che Lufthansa “ovviamente prenderà parte alle opportunità che questa liberalizzazione ci offre”, spiegando che a partire dal mese di marzo, la compagnia aerea aggiungerà altri sei voli settimanali verso Tel Aviv per l’inizio della stagione estiva. Tre voli da Francoforte e tre da Monaco di Baviera portando i voli settimanali per Israele a 27.

Abbiamo provato a cercare su Volagratis i voli lufthansa per Israele e ci siamo resi conto come, forse proprio grazie a questo accordo, i prezzi sono in rapida discesa. Mentre un tempo si volava in Israele a prezzi esorbitanti, ora si trovano voli (sempre a partire dal prossimo marzo) a meno di 200€ A/R tasse incluse.

Per il ministero israeliano del Turismo l’accordo “Open Skies” porterà ad un aumento di 250.000 turisti europei provenienti da Israele durante il primo anno. Il ministero dice che questo porterà alla creazione di 10.000 nuovi posti di lavoro in Israele.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi