Goce: rientro sulla Terra senza problemi

20131110_goce11[1]

Goce, la ferrari del cielo, si e’ disintegrato in atmosfera senza provocare danni. Si conclude così l’avventura della Ferrari dei cieli, del satellite da una tonnellata di peso.

La data dell’ultimo segnale registrato in Antartide risale alle ore 1,00 del mattino, quando Goce si trovava ad una quota di 120 chilometri, prossimo alla linea di Karman (a 100 chilometri di altezza), considerata il confine tra l’atmosfera e lo spazio esterno.

In ogni caso l’ESA afferma che circa 200 Kg di detriti possono aver raggiunto la superficie della Terra, poca cosa rispetto alle 15.000 tonnellate di detriti che sono rientrati sulla Terra a partire dalle prime missioni spaziali degli anni ’50.

Goce (Gravity field and steady-state Ocean Circulation Explorer) e’ il primo satellite a riprodurre la forma della Terra in base alla gravità del nostro pianeta. Il motore a ioni del satellite ha smesso di funzionare il 21 ottobre scorso, data di fine ufficiale della missione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi