La Terra, un ricordo dalla sonda Cassini

Dite tutti ciiissss… e così milioni di persone in tutto il mondo sono state immortalate a 898,000 mila miglia di distanza dalla Terra la scorsa settimana. E ‘un evento che la NASA ha soprannominato “Il Primo Interplanetary Photobomb.”

La fotocamera è a bordo della sonda Cassini, lanciata nel 1997. Cassini ha preso molte, molte foto, di Saturno, delle sue 60 lune e dei suoi famosi anelli, ma Venerdì scorso era diverso. La navicella era in una posizione in cui l’ombra di Saturno aveva bloccato i raggi del sole, permettendo a Cassini di vedere la Terra per 15 minuti.

Venerdì è stata la terza volta nella storia dell’esplorazione spaziale in cui un veicolo spaziale è stato in grado di fotografare il nostro pianeta. Cassini ha scattato le foto della Terra nel 2006, quando era nella stessa posizione come era oggi, mentre la sonda Voyager ha catturato la Terra da circa 4 miliardi di chilometri di distanza, nel 1990.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi