Emirates e JetBlue espandono la loro partnership

EmiratesA380.jpg.jpgJetBlue Airways, l’ Hometown Airline™ di New York, e Emirates, la compagnia aerea basata a Dubai e una delle compagnie con la crescita più rapida al mondo, hanno annunciato l’intenzione di espandere la loro attuale partnership in favore di un codeshare bilaterale, sottoposto all’approvazione della FAA (Federal Aviation Administration) e del DOT (Department of Transportation) e soggetto al parere delle autorità governative straniere. Nell’accordo di espansione, JetBlue metterà il suo codice “B6” su tutti i voli attualmente effettuati da Emirates tra gli USA e l’aeroporto internazionale di Dubai, oltre che su quello tra New York e Milano.

L’accordo vuole approfondire la partnership ormai triennale tra JetBlue e Emirates. Emirates ha iniziato mettendo il suo codice su alcuni voli JetBlue effettuati nel mese di aprile 2012, in  espansione di un accordo che risale al 2010.L’attuale codeshare offerto da Emirates sui voli JetBlue include 28 destinazioni tra cui Boston, Chicago, Orlando e Porto Rico. Dal Marzo di quest’anno, Emirates ha iniziato ad inserire il suo codice su altre rotte JetBlue, tra cui Bridgetown, Barbados, Cancun, Messico, Montego Bay, Jamaica e Santo Domingo, Santiago e Punta Cana, nella Repubblica Dominicana. Con l’accordo esistente, i clienti potranno usufruire di un solo biglietto per i voli di entrambe le Compagnie, più altri vantaggi come uno sportello per il check in dedicato e il trasferimento bagaglio.

I membri di Skywards, il programma per il frequent flyer di Emirates, potranno guadagnare Miglia sui voli JetBlue e riscattare le miglia per i voli verso le 77 destinazioni raggiunte da JetBlue nelle Americhe. Allo stesso modo, i membri di TrueBlue – il programma fedeltà dedicato ai clienti JetBlue – possono guadagnare punti sui voli Emirates in tutto il mondo. 

Dal momento che Emirates continua ad espandere la sua presenza nel mercato Statunitense, la nostra partnership con JetBlue offrirà ai clienti collegamenti convenienti con il network attraverso i sette gateway esistenti, incluso il doppio servizio giornaliero no stop effettuato con l’A380 da JFK verso Dubai”, ha dichiarato Thierry Antinori, Executive Vice President of Passenger Sales Worldwide di Emirates. “Offrendo una rinnovata spinta al turismo e una maggiore comodità per i viaggiatori in entrata, il codeshare offrirà inoltre ai clienti Emirates una nuova scelta di destinazioni, combinata con il beneficio di un singolo biglietto”.

L’inseririmento del nostro code su un’altra compagnia aerea rappresenta un momento molto importante per JetBlue; siamo orgogliosi di farlo con Emirates, che è stato un partner eccezionale per JetBlue anche negli scorsi anni”, ha dichiarato Robin Hayes, Chief Commercial Officer di JetBlue. “I servizi ed il network di Emirates sono eccezionali e offriranno ai nostri clienti un facile accesso in tutte le parti del mondo. Confidiamo che questa espansione creerà ulteriori benefici per i nostri clienti”.

Il network globale di Emirates conta 133 destinazioni in 77 paesi attraverso sei continenti. La compagnia aerea attualmente effettua 56 voli a settimana tra Dubai e gli Stati Uniti tra cui voli da Dallas/Forth Worth, Houston, Los Angeles, San Francisco, Seattle, Washington, D.C. e il doppio servizio giornaliero effettuato con l’A380 da JFK all’aeroporto Internazionale di Dubai. Il vasto network di Emirates offre l’accesso negli USA non solo ai passeggeri provenienti da Dubai – l’hub commerciale e turistico della regione del Golfo e del Medio Oriente – ma anche a quelli provenienti da città dell’Africa, dell’India e dell’Asia.

Da JFK, Emirates offre due voli giornalieri no stop per il suo hub presso l’Aeroporto Internazionale di Dubai – effettuati con l’ A380, il fiore all’occhiello della Compagnia – offrendo ai viaggiatori una cucina raffinata, un servizio personalizzato e vari servizi di intrattenimento. Da Dulles, Emirates offre un volo giornaliero non stop per Dubai. Vincitore di oltre 500 premi internazionali, il servizio unico Emirates include i trasferimenti gratuiti con autista dall’aeroporto per i clienti premium, suite in prima classe, la disponibilità di bagaglio più generosa nel settore, con 23kg permessi in Economy Class e un sistema di intrattenimento in volo con oltre 1.400 canali che trasmettono film di Hollywood appena usciti, TV, musica e giochi. Emirates amplierà ulteriormente i servizi presso l’aeroporto internazionale Kennedy alla fine di quest’anno ,con il nuovo servizio no-stop tutti i giorni da Milano, attivo a partire dal primo ottobre 2013.

Noto per il suo pluripremiato servizio clienti, JetBlue offre a chi viaggia con Emirates un servizio raffinato che comprende sedili in pelle su tutti i velivoli, snack e bevande illimitate, oltre a pullman comodi per i trasferimenti. JetBlue opera con una delle flotte più giovani tra le compagnie aeree americane, con velivoli Airbus ed EMBRARE. All’aeroporto JFK, JetBlue opera dal gate 26, nel Terminal 5, mentre Emirates opera dall’adiacente Terminal 4, consentendo collegamenti veloci tra i voli.

I passeggeri che viaggiano in First Class e Business Class sui voli Emirates, così come i membri Skywards Platinum e Gold, hanno accesso all’aeroporto JFK alla Emirates Lounge, nominata una delle Top lounge in Nord America dalla guida Frommer, nel 2011. I Passeggeri premium, tra cui membri Skywards Gold e Platinum, avranno anche accesso alle lounge anche presso gli altri gateway Emirates, incluso salone dedicato a San Francisco.

Comunicazione.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi