Il pieno, per favore!

Un operatore dedito al rifornimento nella Guyana francese controlla la quantità di carburante all’interno dell’ATV Albert Einstein.

Il veicolo di trasferimento automatizzato (ATV) è in grado di fornire fino a 7 tonnellate di carico alla Stazione Spaziale Internazionale, comprese forniture e attrezzature, acqua, aria, azoto, ossigeno e combustibile.

Caricare il combustibile è un processo complesso e pericoloso, che si svolge nell’arco di molti giorni durante sessioni continue fino a 30 ore. In caso di una perdita, gli operatori sono protetti da tute in grado di fornire aria fresca, proprio come all’interno di scafandri.

Gli operatori devono rimanere vigili in ogni momento, controllando costantemente i progressi e segni di perdite. Per rendere le cose più complicate, i propellenti dell’ATV sono diversi da quelli utilizzati dalla Stazione Spaziale Internazionale, il che richiede attrezzature diverse di volta in volta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi