Freddo e Gelo? Volate a Casablanca!

casablanca[1]

20 Aprile 2013: l’Italia non è ancora entrata pienamente nella stagione estiva. A Milano si registrano 12 gradi (pioggia), a Cagliari 11 gradi (e nuvoloso), a Roma 16 gradi (e tempo variabile).

Allora cosa fare? O si aspettano le belle giornate per fare qualche gita al mare o al lago (e ci vorrà ancora qualche settimana), o volare verso qualche paradiso esotico.

Tra le varie mete possibili ci siamo concentrati su Casablanca, splendida meta del Marocco facilmente raggiungibile tramite comodi voli low cost (da Milano Malpensa e Roma con EasyJet e Alitalia).

La città, metropoli dinamica da oltre 4 milioni di abitanti, è il centro e il cuore dell’economia del Marocco, la New York dell’Africa del nord, posto dove molti possono cambiare il proprio status partendo con pochi mezzi. Casablanca, seppur in un contesto arabo, è una città laica: il velo è ben lontano da essere sempre indossato dalle donne e le ragazze spesso vestono abiti occidentali lasciando i capelli al vento.

A Casablanca è impossibile annoiarsi. Le boulevards di stampo francese faranno dimenticare di stare in Marocco. Nella città vi sono molti musei di arte contemporanea e caffè particolarmente piacevoli in cui il denominatore unico delle discussioni è la cultura.

Cosa vedere

Il Mahakma del Pascià è un edificio di sessanta sale, costruito nel 1948 per servire da tribunale. Molto bella anche la moschea di Hassan II, sicuramente l’attrazione architettonica più conosciuta della città: è una delle più grandi al mondo e la più grande del Marocco ed il suo minareto è il più alto del mondo. La costruzione è recente ed è una delle principali fra quelle aperte anche ai non musulmani. All’interno vi sono fantastici portici, giochi d’acqua e un grande hammam.

Se vi è tempo è importate visitare il Santuario di Sidi el-Kairouani che ospita la tomba del primo patrono della città, Sidi allal el-Kairouani. Costruito su roccia accessibile solo durante la bassa marea, non è visitabile dai non musulmani, che però possono esplorare la piccola medina intorno ad esso. Qui è piacevole camminare a piedi lungo la spiaggia ed ammirare le mura bianche della città, prima di spostarsi nuovamente verso zone più interne.

Se la giornata lo permette, molto bella è la barriera corallina. Certo, non è all’altezza di quella Australiana, ma è densa di colori e pesci variopinti. Nei villaggi ci sono molte scuole che insegnano ad immergersi, offrendo un servizio professionale.

Possibili escursioni

Mohammedia (28km): è una spiaggia famosa e frequentata a pochi km da Casablanca, rinomata anche per il suo importante campo da golf.

El Jadida (90km): sull’Oceano Atlantico, città fortificata portoghese dichiarata patrimonio dell’Umanità nel 2004 come eccezionale esempio di interscambio culturale tra Europa e Marocco.

La kasbah di Boulaouane (130km): si produce il famoso vino grigio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi