Dragon Space X: un avvio difficile

Tutte le grosse rivoluzioni iniziano con qualche problema. E’ stato così anche per la capsula Dragon realizzata dall’azienda californiana Space X per conto della Nasa.

La navicella, destinata a rifornire la Stazione Spaziale Internazionale (Iss), ha avuto un pò di problemi sui pannelli solari 12 minuti circa dopo il lancio. Secondo l’amministratore delegato della Space X, Elon Musk, l’operazione non è stata eseguita intenzionalmente a causa di un problema in tre dei quattro moduli che permettono di controllare l’assetto della capsula. Il centro di controllo della missione ha deciso pertanto di rinviare la manovra di aggancio alla Stazione spaziale inizialmente prevista per sabato.

La missione prevede che la capsula resti agganciata alla Stazione Spaziale per circa tre settimane, per poi tornare a terra con oltre una tonnellata di materiali, tra cui esperimenti scientifici completati in orbita.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi