Un Lifting per il sito dell’ESA

Per 12 anni le pagine italiane dell’ESA sono state una finestra sull’Universo, riportando informazioni e notizie sul lavoro dell’ESA e sull’utilizzo delle scienze spaziali nella vita di tutti i giorni. In questi anni, il sito è diventato un canale indispensabile, sia per la stampa specializzata che per il pubblico generale, per seguire le numerose attività spaziali a livello nazionale ed europeo.

Il nuovo volto delle pagine web dell’ESA mira ad una comunicazione ancora più diretta ed immediata, con le notizie di rilievo in evidenza nella fascia superiore ed un taglio ottimizzato per l’utilizzo sia da computer che tramite i più moderni dispositivi mobili.

Così come l’ESA è un’organizzazione aperta verso il resto del mondo, allo stesso modo le nostre pagine web sono basate sull’apertura e la trasparenza. Vi offriamo quindi la possibilità di unirvi a noi nelle conversazioni sullo spazio, ed aiutarci a delineare il futuro della Comunicazione.

Adesso potete infatti dare un giudizio sui nostri articoli, sulle immagini, sui video e sulle pubblicazioni per farci sapere direttamente cosa trovate più utile dal punto di vista informativo ma anche come fonte di ispirazione.

Potete anche condividere in modo semplice e facile le notizie con i vostri amici on line. Inoltre, potete trovare nelle ricche pagine di informazione che l’ESA offre, ciò che vi interessa seguendo semplicemente quello che gli altri visitatori stanno cercando.

Perchè un cambiamento proprio adesso? Molto è successo in questi 12 anni. L’ESA si è ingrandita come organizzazione e sono sorte nuove collaborazioni che vedono l’Italia sempre più presente nel settore spazio.

Gli utenti delle pagine italiane del sito dell’ESA hanno potuto condividere con noi l’emozione delle missioni di Paolo Nespoli e di Roberto Vittori per esempio, le informazioni sui lanci dei satelliti di Osservazione della Terra o delle missioni scientifiche, il lancio dei primi satelliti della costellazione Galileo per la navigazione satellitare e del piccolo lanciatore europeo a forte partecipazione italiana, Vega, e ancora la selezione del nuovo corpo di astronauti europei tra i quali due italiani, Samantha Cristoforetti e Luca Parmitano, entrambi già assegnati a delle missioni sulla ISS rispettivamente nel 2014 e nel 2013.

Allo stesso tempo Internet è cresciuto esponenzialmente: la popolazione globale della rete è cinque volte maggiore e le connessioni si sono estese dal PC desktop alle connessioni wireless a banda larga, queste ultime sempre più incentrate su telefoni cellulari di ultima generazione o altri dispositivi portatili.

Comunicato ESA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi