Un capodanno diverso? Voliamo in Corsica!

ajaccio-hotel[1]

Londra, Parigi, Madrid… quanti di voi hanno pensato ad una di queste mete per festeggiare il capodanno?

Dopo aver parlato con diverse persone abbiamo pensato ad un posto diverso… Magari con una temperatura mite e paesaggi incantevoli, anche d’inverno…

Ci è venuta in mente la Corsica, isola unica nel Mediterraneo, con un patrimonio di incredibile bellezza. L’isola è facilmente raggiungibile tutto l’anno sia grazie ai voli Air France da Milano e Roma verso Ajaccio o tramite comodi scali low-cost (EasyJet) da Milano Malpensa (sempre verso l’aeroporto di Ajaccio). Inoltre, al pari della Sardegna, vi è un efficiente servizio di traghetto per la corsica (www.corsica-ferries.it) che salpa da Livorno e Savona verso Bastia in, rispettivamente, 4 e 6 ore. Per l’isola sono presenti anche collegamenti con Moby Lines, da Genova e Livorno.

Cosa vedere

Soprattutto Ajaccio, città madre dell’isola, che ha dato i natali a Napoleone Bonaparte, nato qui il 15 agosto 1769. Da visitare la casa natale, in rue St Charles, e la Cappella imperiale, costruita nel 1855 da Napoleone III. Altra tappa da non perdere è la Cathédrale Notre-Dame de la Miséricord, del XVI secolo, dove Napoleone fu battezzato nel 1771. La chiesa ospita il famoso dipinto di Delacroix Vierge du Sacré-Coeur.

Se avete tempo vi consigliamo un giro alle Isole Sanguinarie, nel golfo di Ajaccio, note per la natura selvaggia e i paesaggi densi di colori (meta consigliata soprattutto in estate).

Avete tempo per girare?

Bastia dall’alto

Allora visitate Bastia, un capolavoro di arte e luoghi densi di storia. Il cuore antico è il Vieux Port, con i suoi palazzi disposti a ferro di cavallo e le case altissime. La chiesa di Sainte-Marie, cattedrale di Bastia fino al 1801, è molto frequentata e venerata per una piccola statua d’argento della Vergine.

Verso l’interno è molto suggestiva Calenzana, punto di partenza della GR20, una delle camminate più famose e impegnative d’Europa. Per chi ama mare e scogli ci sono i villaggi di Capo Corso, la penisola a nord di Bastia, lunga quasi quaranta chilometri, conosciuta come il “dito”. E se avete programmi di tornare in estate visitate la Palombaggia e Santa Giulia, due mete che non hanno nulla da invidiare al mare caraibico. Non distante si trova PortoVecchio, meta chic e di tendenza soprattutto in estate, e Bonifacio, con la città storica che domina il mare, dall’alto della falesia bianca.

Cosa Mangiare

La cucina è molto ricca di odori e profumi (in principal modo rosmarino e basilico). Nonostante ciò la cucina è molto semplice: lasagna, cannelloni con il brocciu (il formaggio del posto), carne, pesce e salumi tradizionali sono le delizie che troverete nelle tavole di quasi tutti i ristoranti locali. Anche il pesce è protagonista nella cucina locale: provate ad assaggiare le triglie, o il loup de mer, le razze.

Buon viaggio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi