Low Cost a Viterbo… e nel frattempo?

ciampinoDimezzare il numero degli aeroporti italiani e rafforzare le infrastrutture degli scali superstiti senza alcun intervento da parte dello Stato. Questo l’obiettivo del nuovo piano allo studio del Ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, come anticipato su ‘Repubblica.it’ la scorsa settimana.

Inevitabili le considerazioni avanzate anche dalle Amministrazioni comunale di Ciampino e Marino nei confronti di un piano degli aeroporti italiani che, per quel che concerne il G.B.Pastine, sembrerebbe proporre uno scalo ‘City Airport’ pronto ad accogliere i soli voli nazionali.

“Il fatto di apprendere per iscritto la volontà di far decollare l’Aeroporto di Viterbo, riducendo il peso del traffico aeroportuale dello scalo ciampinese – hanno dichiarato i Sindaci di Ciampino e Marino, Simone Lupi e Adriano Palozzi – non può che essere accolto positivamente. Tuttavia forti restano le preoccupazioni per una situazione che però resterebbe ancora per troppo tempo ferma e dunque non risolutiva nell’immediato.

Restano le criticità ambientali. Non sappiamo se e quando la struttura viterbese sarà attiva per ospitare il traffico low cost internazionale ed intercontinentale e nel frattempo resterà irrisolta l’emergenza ambientale e sanitaria causata dall’eccessivo traffico aereo sull’Aeroporto Pastine. Così come l’eventuale indicazione di far decollare l’Aeroporto di Ciampino a City Airport non riporterebbe comunque la situazione ambientale nei limiti di legge e quindi una normale vivibilità come successo fino al 2011. Nel condividere in parte le linee tracciate dal Ministro Passera auspichiamo che si passi finalmente al rispetto dei limiti acustici per il peso del traffico insostenibile ed incompatibile con l’Aeroporto e con il territorio”.

“Di buon auspicio anche per le considerazioni e, speriamo, le decisioni che il ministro può prendere per la salvaguardia della salute pubblica di circa 35.000 persone, è la possibilità di trasferire da subito il volato dei low-cost da ciampino a fiumicino, come succederà per 10 giorni proprio tra un mese. Questo – concludono i Sindaci Lupi e Palozzi – è un elemento da noi dichiarato e documentato nelle varie istanze rappresentate da anni dalle nostre Amministrazioni e che insieme a molti altri importanti elementi, saranno a breve prodotti in un’azione giudiziaria”.

Comune di Ciampino e Marino
Ufficio Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi