Frenare Linate per rilanciare Malpensa?

E’ questa la tesi contenuta in una ricerca dello Studio Ambrosetti dal titolo «La gestione intelligente delle infrastrutture di trasporto aereo».

La ricerca afferma come oggi sia necessaria una classificazione tra aeroporti strategici a livello nazionale e scali locali;

La parte clou del lavoro afferma invece un concetto a molti noto da tempo. Per rilanciare Malpensa è necessario sposare su Linate soltanto i voli verso Roma. Malpensa avrebbe tutto il restante traffico facendo così sviluppare ancora di più la domanda.

Ad oggi da Linate partono circa 1 milione di passeggeri l’anno diretti nei maggiori scali europei (Francoforte, Monaco, Parigi, Londra), passeggeri che sfuggono così a Malpensa che diventa uno scalo di secondo piano.

Allora cosa si potrebbe fare per rilanciare Malpensa? In primo luogo concentrare una grande quantità di voli a corto raggio a discapito proprio di Linate. Oggi ciò si può fare. Bruno Tabacci, assessore al Bilancio del Comune di Milano, azionista di maggioranza Sea, si è augurato che le proposte contenute nella ricerca Ambrosetti possano essere recepite nel piano industriale della società di gestione.

Via: Il Giornale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi