Al via il nuovo aeroporto di Lampedusa

L’aeroporto come una nave, per sottolineare il legame speciale con il mare. Lampedusa adesso decolla con la sua nuova aerostazione, inaugurata questa mattina, in anticipo di circa due mesi rispetto ai tempi previsti. La cerimonia si e’ svolta alla presenza, tra gli altri, del presidente del Senato Renato Schifani, e dei vertici dell’Enac, il presidente Vito Riggio e il direttore generale Alessio Quaranta. I lavori sono costati 16,7 milioni di euro, finanziati dalla Comunita’ europea con fondi derivati dalle riserve di premialita’ comunitaria di cui ha beneficiato l’Enac. Ulteriori opere per circa 7 milioni hanno ulteriormente elevato gli standard di qualita’ e di sicurezza. Lo scalo, realizzato dalla Sigenco Spa, l’impresa catanese appaltatrice dell’opera, con materiali e colori che richiamano l’architettura tradizionale dell’isola, rimanda nelle forme ad una nave. L’edificio e’ organizzato su un unico livello funzionale, il piano terra, dove sono espletate tutte le attivita’ relative ai passeggeri e ai bagagli, sia in partenza che in arrivo. Al secondo livello, invece, sono presenti i servizi strumentali e le aree riservate agli operatori aeroportuali. Sul fronte land side, a nord, due porte scorrevoli ad apertura automatica, una per il lato partenze e l’altra per quello arrivi, consentono un comodo accesso all’aerostazione. I passeggeri avranno a disposizione sale di accoglienza ampie e funzionali e spazi ripartiti in una hall generale di circa 1000 metri quadrati, una sala partenze e una sala arrivi ognuna di circa 500 metri quadrati, una zona ristoro di oltre 500 metri quadrati tra parte interna e parte esterna e un’area commerciale. Sono invece 8 le postazioni di check in, con 4 filtri di sicurezza per i controlli.

"La nuova aerostazione di Lampedusa, cosi’ come quella di Pantelleria, che verra’ inaugurata a breve – ha detto Riggio – sono opere realizzate con fondi messi a disposizione dell’Enac da parte della Comunita’ in considerazione dell’efficienza di spesa, dell’efficacia di utilizzo dei fondi e della selezione dei progetti. Da oggi si delinea il futuro di uno scalo moderno, funzionale ed efficiente a disposizione dell’isola e della Sicilia intera, che sono certo avra’ il suo ruolo nello sviluppo del trasporto aereo, dell’economia e del turismo del territorio". Per il direttore generale Alessio Quaranta "con Lampedusa e Pantelleria abbiamo terminato il riassetto generale delle infrastrutture aeroportuali del Mezzogiorno. I cittadini di Lampedusa e tutti coloro che transiteranno nel nuovo aeroporto potranno utilizzare uno spazio razionale sia nella concezione che nei servizi offerti". Oltre ai lavori per la nuova aerostazione, sono state realizzate anche altre opere, parzialmente gia’ completate, come la nuova recinzione, viabilita’ di servizio e adeguamento delle infrastrutture alla normativa Icao, spostamento della strada comunale limitrofa all’aeroporto e completamento della nuova rete di smaltimento acque lato Sud, per una spesa di ulteriori 7 milioni di euro. Nella nuova aerostazione, inoltre, e’ stato installato il primo totem interattivo con modalita’ touch screen, previsto nel progetto nazionale Enac "In volo informati" che verra’ attivato in vari scali. Una volta avviato in via definitiva il progetto, i visitatori potranno accedere alle informazioni di maggior interesse, tra le quali le attivita’ dell’Ente, la black list europea, gli articoli consentiti a bordo, gli aeroporti italiani, le tutele previste in caso di disservizi nel trasporto aereo e, in particolare, un focus dedicato ai passeggeri con disabilita’ o a mobilita’ ridotta. Ogni totem verra’ personalizzato con informazioni di servizio relative allo scalo.

Fonte: AGI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi