Marte: ancora tracce di acqua

Mars Express ha restituito le immagini di una regione sul Pianeta Rosso che sembra essere stata scolpita in parte da liquido che scorre. Questo aggiunge ulteriori conferme che in passato Marte ha avuto grandi volumi di acqua sulla sua superficie. Il 21 giugno dello scorso anno, Mars Express fotografato un gigantesco bacino nelle pianure settentrionali del pianeta. Acidalia Planitia è una regione così vasta che può essere vista dalla Terra dagli astronomi dilettanti.

Le foto scattate coprono una parte del bordo occidentale della regione, dove alcune delle numerose valli mostrano segni sottili di drenaggio. La presenza di vallate profonde, con affluenti a forma di piccole valli mostrano che la regione stessa è stata probabilmente formata da un processo chiamato che si verifica quando l’erosione lungo la base di una scogliera logora morbidi strati di materiale.

Le immagini mostrano anche difetti della crosta marziana, che si estende verso la regione Fossae Ideo. Anche qui l’acqua può aver giocato un ruolo vitale esponendo riserve sotterranee, eventualmente formando laghi in crateri vicini.

Sedimenti apparenti che coprono i pavimenti di alcuni vecchi crateri ancora una volta indicano la presenza di acque superficiali.

In alcuni casi, valli iniziano al bordo dei crateri, suggerendo che l’acqua è stata rilasciata dal terreno circostante.

Alcuni crateri più recenti si vedono nelle zone centrali dell’immagine. La loro età relativamente giovane è dimostrata dalla mancanza di erosione e dal fatto che giacciono sopra vecchie formazioni.

Comunicato ESA

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi