Aeroporto di Ciampino. Basta con l’apertura di nuove rotte è ora di ridurre i voli

Dal 1 maggio nuove rotte Ryanair da Roma Ciampino per Pafos e Palma di Maiorca si sono aggiunte al traffico fuori dai limiti di legge di questo aeroporto, ormai diventato icona dell’illegalità e del malgoverno.
Nonostante sia nota l’intollerabilità e i rischi per la salute dei cittadini, ancora una volta Enac ha lasciato mano libera a Ryanair. Una compagnia che, secondo quanto pubblicato il 27 aprile dal corriere della sera a firma di Dario Di Vico, avrebbe evaso il fisco per ben 400 milioni di euro.

A tanto ammonterebbe infatti, secondo il corriere, il conto per l’erario del far finta che Ryanair risieda in Irlanda (tasse al 12% contro il 37% di casa nostra) mentre in realtà dispone di 10 basi come quella di Ciampino negli aeroporti italiani.
“di fronte alla situazione drammatica dei cittadini di Ciampino è un dovere prioritario ridurre i voli.

Ci domandiamo se, prima di autorizzare questi nuovi voli, l’ENAC ha consultato il ministero dal quale dipende e la Corte dei Conti, dato che questo Governo afferma di voler combattere l’evasione fiscale e tutelare i conti dello Stato, oltre ad avere il dovere di tutelare la salute dei cittadini” ha affermato Pierluigi Adami, portavoce del comitato.

www.comitatoaeroportociampino.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi