L’Ora della Terra: una fragile navicella nello spazio oscuro

La nostra Terra stessa è un fragile ‘navicella spaziale’, ma tendiamo a dimenticare questo nella nostra vita quotidiana. Le foto dallo spazio sono scattate dall’astronauta dell’ESA André Kuipers a 400 chilometri fuori nello spazio, per ricordarci quanto sia bello e vulnerabile il nostro pianeta. Sabato scorso, durante la ‘Earth Hour’, la gente di tutto il mondo ha spento le luci non essenziali per aumentare la consapevolezza della necessità di agire sul cambiamento climatico. Earth Hour è stata sostenuta da André, che è un ambasciatore per il World Wide Fund for Nature.

Kamchatka PeninsulaMa, quando venne il momento di spegnere le luci alle ore 20:30, André era ancora troppo occupato a lavorare. Anche se non ha potuto osservare l’evento direttamente, André ha inviato un messaggio Twitter dallo spazio "Spero # EarthHour è stato un successo. E che ha contribuito a mettere in evidenza le scarse risorse e la vulnerabilità del nostro pianeta. "

ESA ha rilasciato nuove immagini scattate da André in precedenza durante il fine settimana.

Altre foto possono essere viste al seguente link

Comunicato ESA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi