Gli Emirati volano nello spazio

Il satellite Y1A già in orbita per gli Eau: ad aprile 2012 sarà lanciato il gemello Y1BY1B, secondo satellite del programma spaziale degli Emirati Arabi Uniti (Eau) è pronto al lancio attraverso il razzo vettore Proton dal cosmodromo di Baikonur (Kazakistan), il prossimo 24 aprile.
Composto da due satelliti e da un segmento di Terra, il progetto Yahsat è un sistema completo di telecomunicazioni satellitari realizzato da Astrium e da Thales Alenia Space (Tas) per l’Al Yah Satellite Communications Company (Yahsat), operatore emiratino di telecomunicazioni satellitari, pioniere nelle regioni del Medio Oriente, dell’Africa, dell’Asia e del sud-ovest dell’Europa. Il sistema Yahsat offrirà soluzioni commerciali innovative, tra cui broadcasting HDTV, trunking internet via satellite, dati e servizi internet per aziende, utenti pubblici e privati, e comunicazioni sicure.

Astrium è responsabile per l’integrazione finale dei due satelliti e per la messa in orbita. Tas ha fornito i payload ed è responsabile del segmento spaziale, compreso il lancio dei satelliti. Astrium Services, con il suo partner Thales Alenia Space, è responsabile per il segmento di Terra, che comprende una rete di terminali di Terra, e per la gestione di un sistema che consente il controllo remoto di tutto l’hardware.
Astrium Services, in collaborazione con Thales Comunicazione e Sicurezza, si occupa anche del funzionamento di questo sistema, fornisce la manutenzione del segmento di Terra e la formazione degli operatori emiratini nel corso di un periodo di cinque anni.

Y1B consegnerà comunicazioni in banda Ka ai suoi utenti commerciali e governativi. Fornirà servizi e dati ad alta velocità Internet agli utenti pubblici e privati ​​in Medio Oriente, Africa e sud-ovest dell’Asia. Y1B completerà la missione del satellite Y1A, aumentando sostanzialmente la capacità totale degli Eau in materia di comunicazioni sicure in Medio Oriente. Con un peso al lancio di circa 6 tonnellate ed una potenza di 14 kW, Y1B è stato concepito per una durata di vita di più di 15 anni.
Come accaduto per l’Y1A, Y1B è stato integrato da Astrium su una piattaforma Eurostar E3000 e testato nel suo sito di Tolosa. Ad oggi sono stati lanciati più di 50 satelliti Eurostar, per un totale di 400 anni di vita operativa in orbita. I due carichi utili commerciale e militare utilizzano una tecnologia multifasce in banda Ka realizzata da Tas. Le operazioni di messa in orbita saranno effettuate da Astrium dal suo centro di controllo di Tolosa.

Fonte: Avionews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi