Daily Archives: 16 febbraio 2012

M-346: Un nuovo successo per Alenia?

M-346_15.jpg

Israele acquisterà 30 addestratori M-346 di Alenia Aermacchi, controllata di Finmeccanica. I velivoli verranno destinati alla propria aviazione e saranno parte di una commessa da circa 2 miliardi di dollari.

La decisione deve essere ancora ratificata dal governo e assicurerà all’azienda un ordine di circa un miliardo di dollari, cifra comprensiva dell’addestramento.

E’ la prima volta in quarant’anni che gli israeliani puntano su un aereo non degli USA. Un grande successo per l’Italia.

Consegnato il secondo M-346 all’aeronautica italiana

Il secondo aereo della serie M-346, prodotto da Alenia Aermacchi è stato consegnato all’Aeronautica Militare italiana pochi giorni fa.
La consegna del velivolo, che ha avuto luogo dopo la firma dei documenti ufficiali, segue il completamento dei controlli effettuati presso lo stabilimento Alenia Aermacchi di Venegono Superiore (VA).

Giuseppe Giordo, Amministratore Delegato di Alenia Aermacchi, ha commentato: “L’accettazione dei primi due velivoli della serie M-346 e il lancio della fase di valutazione operativa dall’Aeronautica Militare rappresenta il raggiungimento di un importante traguardo per il programma M-346. L’Aeronautica Militare Italiana, che ha contribuito allo sviluppo dell’intero sistema M-346 fin dall’inizio, sarà la prima forza aerea al mondo ad essere dotata di un sistema formativo integrato basato sull’M-346, il più avanzato velivolo di addestramento disponibile oggi sul mercato, e quello su cui molti clienti internazionali stanno mostrando un interesse crescente “.

Grazie alle sue caratteristiche tecniche innovative, l’aeromobile si distingue anche per il suo elevato grado di sicurezza e per i bassi costi di esercizio. L’M-346 è stato progettato utilizzando i concetti “design-to-cost”, con un sistema avionico sul modello di quelli utilizzati nella nuove generazione di aerei da combattimento quali Eurofighter, Gripen, Rafale, F-16, F-18, F-22 e il futuro JSF.

ALAFCO ordina 35 ulteriori A320neo

A320neo_ALAFCO_V14La società di leasing rafforza il portafoglio prodotti con l’acquisizione degli aeromobili venduti più velocemente di tutti i tempi

ALAFCO (Aviation Lease And Finance company), società internazionale di leasing con sede nel Kuwait, ha finalizzato un ordine per l’acquisto di 35 aeromobili della Famiglia A320neo. Con questa nuova transazione il numero di aeromobili di questo tipo ordinati da ALAFCO sale a 85.

Questo ordine fermo viene ad aggiungersi all’accordo siglato in occasione del Salone Aeronautico di Dubai per l’acquisto di 50 A320neo.

 

“Dopo un’attenta analisi, siamo giunti alla conclusione che la domanda di l’A320neo continuerà a essere sostenuta e abbiamo voluto cogliere questa opportunità per garantirci 35 ulteriori aeromobili, al fine di poter rispondere, in futuro, ai bisogni dei nostri clienti. L’A320neo è la famiglia di aeromobili a corridoio singolo preferita dal mercato”, ha dichiarato Ahmad A. Alzabin, Presidente e CEO di ALAFCO. “La considerevole riduzione dei consumi di carburante, unita all’affidabilità operativa e alla redditività della Famiglia A320, ne fanno un “must” da avere assolutamente nel nostro portafoglio”.

“A causa del rialzo dei prezzi del carburante, le compagnie aeree richiedono degli aeromobili dai consumi ridotti e l’A320neo, che garantisce una riduzione del 15% dei consumi di carburante, è un investimento ideale. L’A320 ha inoltre costi operativi ridotti e contemporaneamente permette alle compagnie aeree di offrire livelli di confort senza precedenti”, ha dichiarato John Leahy, COO Clienti di Airbus. “Questo importante ordine siglato da ALAFCO conferma che il neo, che risponde a tutti i requisiti, è chiaramente il miglior prodotto presente sul mercato”.

L’Italia sotto la neve vista dal satellite

Il satellite dell’ESA Envisat ha catturato alcune immagini dell’Italia dopo le forti nevicate che si sono abbattute sulla penisola per la seconda volta in una settimana.

In pratica tutto il nord ed il centro sono coperti di neve, compresa la valle del Po. Di solito, è normale in inverno vedere la neve sulle zone settentrionali e sull’area alpina, ma la scorsa settimana regioni come la Toscana ed il Lazio, anche meridionale, hanno dovuto vedersela con forti nevicate che hanno causato notevoli disagi.

 

Snow-bound Italy

 

Questa immagine è stata presa dallo strumento MERIS di Envisat alle 10:30 CET del 13 febbraio 2012. 

 

Comunicato ESA

Vicino a quale persona non vorresti mai viaggiare?

757Nella maggior parte delle volte il momento del viaggio rappresenta un periodo di relax, delle ore da trascorrere in dormiveglia, con dei passatempi interessanti o con delle piacevoli chiacchierate. A volte però capita di fare dei viaggi da dimenticare e per i motivi più disparati, anche a causa di un vicino di posto poco gradito.

Ma quale tipologia di passeggero viene meno tollerata? Skyscanner, sito di comparazione di voli leader in Europa, ha realizzato un sondaggio in cui emerge che il 35% dei viaggiatori non vorrebbe mai viaggiare vicino ad un passeggero che emana un cattivo odore. Non c’è deodorante che tenga, oltre un terzo dei partecipanti eviterebbe volentieri di dover sopportare odori sgradevoli a bordo dell’aereo.

Al secondo posto di questa bizzarra classifica c’è la persona con qualche chilo di troppo. Il 19% dei partecipanti al sondaggio vorrebbe evitare di viaggiare a fianco di un passeggero in sovrappeso, forse per evitare di vedere occupato il proprio spazio vitale in aereo, già spesso limitato. Segue la persona ubriaca con il 15% delle scelte, indotte probabilmente dal pensiero di passare delle ore in volo a fianco di un passeggero che alza qualche gomito di troppo…

Emirates: nuove rotte cargo verso il Sud America

clip_image002

Emirates SkyCargo, la divisione per i trasporti commerciali di Emirates, ha aumentato l’operatività per il Sud America per soddisfare la domanda commerciale fra gli Emirati Arabi Uniti e il resto della rete mondiale. A seguito del lancio lo scorso 3 gennaio del volo da Dubai a Rio de Janeiro e Buenos Aires, Emirates Skycargo è ora in grado di collegare tre diversi punti del Sud America, con opportunità di commercio in più di 100 destinazioni. Oltre alla capacità di carico dei 14 voli passeggeri settimanali fra Dubai e Rio de Janeiro-Buenos Aires, la compagnia offre spazio di carico anche sui 14 voli passeggeri operativi da San Paolo, hub dal quale è operativo anche un servizio merci dedicato Emirates SkyCargo che assicura una capacità da 620 tonnellate su un Boeing 777F.

 

Le esportazioni dal paese sudamericano verso il Medio Oriente hanno raggiunto i 10,5 miliardi di euro* (US$ 13.8 miliardi) con una crescita del +22% sul 2010, di cui 1,5 miliardi di euro* (US$ 2 miliardi) negli Emirati Arabi Uniti – con una crescita del +19% sull’anno precedente (dati Arab-Brazilian Trade Board). Le importazioni brasiliane dal Medio Oriente hanno registrato un aumento del +44% sull’anno precedente raggiungendo i 7,1 miliardi di euro* (US$ 9.3 miliardi).

 

I dati relativi al commercio con l’Argentina registrano invece un totale di 670,4 milioni di euro* (US$ 877 milioni) nel periodo gennaio-settembre 2011, con un incremento del 13% sullo stesso periodo del 2010, mentre le importazioni dal Golfo nello stesso periodo hanno registrato i 56,5 milioni di euro* (US$ 74 milioni), di cui nei soli Emirati Arabi 214 milioni di euro (US$ 280 milioni) per le esportazioni e 21,4 milioni di euro* (US$ 28 milioni) per le importazioni (dati Arab-Argentinean Trade Board).

 

La nuova rotta Emirates SkyCargo da Rio de Janeiro è l’unico servizio non-stop verso il Medio Oriente dal Sud America, le previsioni indicano quindi la possibilità di utilizzo della tratta anche da altri paesi della regione, collegando questa parte del continente con 19 punti dell’Estremo Oriente, l’Australasia e 20 destinazioni in Africa.

 

Il volo EK247 parte da Dubai giornalmente alle 07.10 e arriva a Rios Antonio Carlos Jobim International Airport alle ore 15.37. La partenza da Rio è alle 17.23 per arrivare a Buenos Aires Ministro Pistarini International Airport (Ezeiza) alle ore 19.30. Da Buenos Aires il volo EK248 parte alle 21.30 ed arriva a Rio alle 01.23 del giorno seguente, riparte dallo stesso aeroporto alle ore 03.10 per arrivare a Dubai alle 22.50.

 

Ufficio stampa Emirates

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi