Il Voayger 1 nel “purgatorio cosmico” prima di entrare nella Via Lattea

voyager11[1]

La navicella spaziale è vicina a lasciare il Sistema Solare e ad entrare nel territorio inesplorato della Via Lattea dopo più di tre decenni nello spazio.

 Voyager 1 è stata lanciata con la sua gemella, la Voyager 2, dalla US National Aeronautics and Space Administration (NASA) nel 1977.

Voyager 1 viaggia a poco meno di 11 chilometri al secondo e l’invio di informazioni proviene da quasi 11 miliardi miglia di distanza dal sole.

E ‘in procinto di diventare il primo oggetto artificiale a lasciare il Sistema Solare, anche se la Nasa afferma che ci vorranno ancora diversi mesi e anni prima che entri completamente nello spazio interstellare.

 Ed Stone, scienziato del progetto Voyager al California Institute of Technology di Pasadena, ha detto: “Voyager ci dice ora che è in una regione di stagnazione nello strato più esterno della bolla intorno al nostro sistema solare dimostrando che è fuori “Non dovremmo aspettare a lungo per scoprire come lo spazio tra le stelle è realmente.”

Il ricercatore Rob Decker ha dichiarato: “Stiamo usando il flusso di particelle cariche della Voyager 1 come una sorta di manica a vento per stimare la velocità del vento solare. Abbiamo riscontrato che la velocità del vento solare è molto bassa in questa regione e il tipo di vento irregolare. Per la prima volta, il vento soffia anche verso di noi. Siamo evidentemente viaggiano in un campo completamente nuovo. Gli scienziati avevano suggerito in precedenza che ci possa essere uno strato di stagnazione, ma non eravamo sicuri che esisteva fino ad ora. “

 Voyager 1 e 2 “indossano” un disco con un giradischi in rame. Il disco contiene oltre 100 fotografie della terra, una selezione di saluti di lingue in tutto il mondo e una varietà di suoni dalla Terra.

Le sonde Voyager hanno abbastanza potere e carburante per operare almeno fino al 2020.

Si prevede a quel punto che la Voyager 1 sarà a 12,4 miliardi di miglia dal Sole, mentre Voyager 2 sarà a 10,5 miliardi miglia di distanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi