Bergamo ha bisogno di una pista più lunga

L'aeroporto visto dalla parte estAllungare la pista verso est, e ridurre in questo modo l’impatto ambientale sui quartieri cittadini, costerebbe fra i 150 e i 180 milioni di euro. La cifra è emersa durante l’ultimo consiglio comunale in cui si è discusso di questa possibilità grazie a un ordine del giorno presentato dal capogruppo dell’Udc Giuseppe Mazzoleni.

 

Dell’investimento si è parlato anche durante l’ultima riunione dei dirigenti della Sacbo con gli esponenti politici bergamaschi. “L’allungamento della pista verso est – spiega Mazzoleni – consentirebbe agli aerei di decollare prima e quindi arrivare sulla città e i quartieri molto più alti. Dal punto di vista tecnico e ingegneristico, un simile intervento è fattibile. Serve la volontà politica. Ma se non lo facciamo ora che l’aeroporto fa registrare utili…”.

 

Intanto, lo scalo bergamasco ha toccato il record di otto milioni di passeggeri. La questione ha scatenato l’ennesima protesta di Legambiente che, attraverso il suo responsabile trasporti lombardo, Dario Ballotta ha attaccato il surplus di voli.

“Entro fine anno la società di gestione dell’aeroporto conta di arrivare a quota 8 milioni e 320 mila passeggeri. Ma questo è stato possibile sorvolando sulla normativa della Via (Valutazione di impatto ambientale) e dal Piano di sviluppo del 2003, che prevedevano un massimo di 190 voli giornalieri per il 2011 e per di più con aerei di piccole dimensioni” sostiene Ballotta.

 

“Non c’é solo il record commerciale, ma anche il record del danno ambientale che viene sistematicamente ignorato – prosegue l’ambientalista -. Mentre sappiamo quanto crescono i voli dello scalo orobico, non sappiamo quali sono i danni all’ambiente e quelli sulla salute subiti dai cittadini che vivono nell’intorno dell’aeroporto. Per questo non sono più rinviabili efficaci monitoraggi del rumore, delle emissioni di polveri sottili (pm10) ed una indagine epidemiologica sulla popolazione circostante”.

 

BergamoSera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi