Conclusi i lavori della 60a riunione speciale dei Direttori Generali dell’Aviazione Civile dell’ECAC

aereoSi sono conclusi i lavori della 60a riunione speciale dei Direttori Generali dell’Aviazione Civile dell’ECAC, European Civil Aviation Conference, svolti a Taormina dal 2 al 5 settembre e che hanno visto riuniti intorno a un tavolo i massimi rappresentanti del settore dei 44 Paesi membri dell’organizzazione.

 

L’incontro ha rappresentato un’occasione importante per un confronto su vari temi inerenti il trasporto aereo finalizzato, soprattutto, all’elaborazione di una strategia condivisa in Europa, comprendendo anche, quindi, i Paesi che non fanno parte dell’Unione Europea.
In particolare, tra i temi individuati per il triennio 2013-2015, e che verranno analizzati nelle prossime riunioni, sono emersi: la necessità che il settore reagisca alla crisi economica adattandosi con velocità alle nuove sfide; la necessità di rafforzare il dialogo tra l’Ecac e gli Stati emergenti del settore come la Federazione Russa, la Cina e l’India; la necessità di armonizzare gli standard di sicurezza e la relativa attuazione in tutti i Paesi aderenti; l’importanza delle relazioni istituzionali tra l’Ecac e la Commissione Europea, soprattutto in ambito Icao, per garantire che l’Europa venga rappresentata con una voce sola; la priorità che deve essere riservata alle innovazioni e alla ricerca nell’industria dell’aviazione europea in modo da essere più competitiva nel mercato internazionale.


In merito alla safety, preso atto della sempre più uniforme armonizzazione della regolazione europea attraverso l’Easa (Agenzia Europea Sicurezza Aerea), ci si è confrontati su come potenziare e rendere ancora più attivo il ruolo dell’Ecac di mediazione con i Paesi non aderenti all’Unione Europea. In materia di safety, inoltre, particolare enfasi è stata riposta dei Direttori sulla condivisione di dati e su una maggiore trasparenza in merito alle performance del settore.

 

Alla riunione, aperta dai saluti del Presidente dell’Enac Vito Riggio, il nostro Paese è stato rappresentato dal Direttore Generale Alessio Quaranta che durante i lavori è stato eletto membro del Comitato di Coordinamento dell’Ecac, lo strumento politico dell’organizzazione, ricevendo in questo modo un importante riconoscimento del ruolo dell’Italia nell’aviazione civile europea.

 

Oltre ai Direttori Generali dei Paesi membri, al Presidente dell’Ecac Catalin Radu e al Segretario Generale Salvatore Sciacchitano, hanno partecipano alla riunione anche importanti rappresentanti dell’Istituzioni e del settore, tra cui il Capo di Gabinetto della Commissione Europea Henrik Hololei, il Direttore Generale dell’EASA (Agenzia Europea per la Sicurezza Aerea) Patrick Goudou, il Direttore Generale di Eurocontrol David McMillan, il Segretario Generale dell’ICAO (International Civil Aviation Organization) Raymond Benjamin, il Vice Direttore dell’Enac Benedetto Marasà.

 

Comunicato ENAC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi