Stazione spaziale: quale futuro per raggiungerla?

I sei astronauti sulla Stazione Spaziale Internazionale sono sicuri e continuando il loro normale lavoro dopo la perdita del loro carico lo scorso 24 agosto.

Il 44 cargo Progress, trasportando 2.670 kg di carico per la stazione, non è riuscito a raggiungere l’orbita corretta dopo la chiusura prematura del suo terzo stadio del motore 325 secondi dopo il lancio dal cosmodromo di Baikonur in Kazakhstan.

I resti sono caduti sulla Terra da un’altezza di circa 200 km sopra la Repubblica di Altai in Siberia meridionale.  

Soyuz-U sequenza di lancio

 

Le squadre di ricerca stanno ancora sondando le grandi aree in condizioni ambientali critiche alla ricerca di prove.

Lanci di razzi Soyuz sono stati sospesi fino a quando la causa del malfunzionamento del motore non verrà identificata.

ESA riconosce la grande esperienza dei suoi partner russi e l’eccellente livello di sicurezza del lanciatore Soyuz ed è fiduciosa che la causa del contrattempo si troverà al più presto.

E ‘stato deciso di rinviare lo sbarco della spedizione 26 sulla Soyuz TMA-21 dall’8 settembre al 16 settembre. Il lancio del prossimo volo della Soyuz, Soyuz TMA-22, Expedition 29, verrà ritardato fino alla fine di ottobre o all’inizio di novembre, a seconda dei risultati della commissione.

Allo stesso tempo, i partner si stanno preparando per diversi scenari delle probabilità differenti per quasi future operazioni.

 

Comunicato ESA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi