Siamo circondati da antimateria

Qualche mese fa al CERN di Ginevra l’uomo aveva intrappolato per ben 1000 secondi la tanto ambita antimateria. Oggi, a pochi mesi da quella fantastica scoperta, gli scienziati vengono a scoprire che un enorme bacino di antimateria è proprio a due passi da noi, proprio intorno al nostro pianeta.

image

La scoperta è avvenuta grazie alle indagini del satellite russo Pamela che, lavorando dal 2006, ha il compito di ricercare queste particelle con carica elettrica opposta a quelle universalmente conosciute;

Ebbene una sfera di antimateria circonda il nostro pianeta: oltre alle studiatissime fasce di Van Allen, studiate a partire dalla fine degli anni ’50 (una più interna composta da protoni, quella più esterna da elettroni), ora se ne aggiunge una, composta principalmente da antimateria: una concentrazione di antiprotoni, migliaia di volte superiore a quella che si era ipotizzata, è stata localizzata soprattutto in una zona nota come Anomalia del Sud Atlantico.

Questi antiprotoni sono concentrati in quella zona che è proprio quella in cui la parte inferiore delle fasce di van Allen, a causa dell’inclinazione del campo magnetico terrestre di 11° rispetto all’asse di rotazione, è più vicina alla superficie della Terra. In alta quota l’antimateria entra in contatto in misura minore con le particelle di materia e per questo motivo è più probabile trovarla ad alte latitudini: come è noto, infatti, la conseguenza dell’incontro di materia ed antimateria è l’annichilimento con produzione di energia. Ancora più vicina, dunque, la possibilità di conoscere cosa si cela dietro la misteriosa antimateria, teorizzata dai fisici da diversi decenni e, a poco a poco, sempre più vicina a noi.

Via: http://www.fanpage.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi