Una notte spaziale al Giardino Scotto a Pisa

Central Tuscany, ItalyPresentazioni, proiezioni in 3D ed un ospite "spaziale" sono in programma a Pisa, venerdì 22 luglio, nel corso dell’incontro pubblico organizzato dall’ESA con il patrocinio del Comune di Pisa.
L’evento "La Notte dello Spazio" è ospitato nell’incantevole cornice del Giardino Scotto, in Lungarno Fibonacci – realizzato agli inizi del XIX da Giovanni Caluri per l’armatore livornese Domenico Scotto e situato al centro dei bastioni della fortificazione della Cittadella Nuova progettata dall’architetto fiorentino Giuliano da Sangallo -, ed è rivolto a famiglie e ragazzi, a curiosi e ad appassionati dello spazio, che potranno seguire le presentazioni degli esperti ESA, i filmati in 3D, visitare gli stand e partecipare ad altre attività legate al mondo dell’esplorazione spaziale.

 

L’astronauta dell’ESA Paolo Nespoli, rientrato a fine maggio da una missione di lunga durata a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, porterà con il suo entusiasmo un po’ di spazio sulla Terra.  

 

L’evento è diviso in due sessioni, entrambe saranno aperte dall’intervento di responsabili dell’ESA, in particolare del Direttore Tecnico dell’Agenzia, l’Ing. Franco Ongaro, e delle autorità presenti. Si parlerà poi del piccolo lanciatore Vega, dell’acqua sulla Terra e nello Spazio e delle osservazioni della Terra dallo Spazio.

La serata, che sarà condotta dal giornalista scientifico Stefano Sandrelli, è stata organizzata da ESA in collaborazione con il Centro Giovanile di Formazione Sportiva (CGFS) di Prato, con il patrocinio del Comune di Pisa ed il contributo di vari istituti, centri di ricerca e ditte operanti nel settore spaziale.

 

Le due sessioni prevedono rispettivamente il coinvolgimento dei partecipanti "Junior" e "Senior" dello Space Camp dell’ESA, un campo scuola rivolto ai ragazzi e che quest’anno è ospitato a San Rossore (Pisa).

Al termine del programma comune, il pubblico potrà girare tra gli stand espositivi allestiti sulla terrazza del Giardino Scotto dove ci saranno, tra gli altri, anche l’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) con le Olimpiadi di Astronomia, l’Osservatorio Astronomico della Regione Autonoma della Valle d’Aosta, il gruppo dei radioamatori che organizzano contatti con la Stazione Spaziale Internazionale, l’ARISS e le associazioni che hanno contribuito alla realizzazione della serata.

 

Comunicato ESA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi