Un “Cacciatore di Stelle’ in galleria

imageIl talento del Maestro Mimmo Paladino ha trasformato il P.180 Avanti II, aereo interamente progettato e costruito in Italia da Piaggio Aero, in un opera d’arte esposta al centro della Galleria Vittorio Emanuele II a Milano. Il "Cacciatore di Stelle", questo il suo nome, è il primo aeroplano nella storia ad entrare nell’arte contemporanea grazie al grande artista italiano che, ispirato dalla linea unica ed originale del velivolo, ha scelto di lavorare sui 14 metri di apertura alare e 15 metri di lunghezza per farne una delle più originali installazioni mai presentate.

La metamorfosi del P180 Avanti in "Cacciatore di Stelle" è il racconto del passato e del futuro con segni ancestrali e l’impiego di più linguaggi espressivi: costellazioni di segni chiusi in spazi geometrici al fine di creare una carta celeste. L’opera ha trovato una collocazione unica, l’ottagono della Galleria Vittorio Emanuele II nel cuore di Milano, dove viene esposta su un basamento bianco che, nella visione dell’Artista, richiama la Montagna di Sale e il Duomo di Milano: una continuità narrativa per la più "lunga" mostra dedicata ad un artista contemporaneo, 500 metri di esposizione.

imageIl "Cacciatore di Stelle" si inserisce quindi come parte integrante della presenza di Paladino in Milano con la mostra antologica a Palazzo Reale (una monografica di 50 opere fra dipinti, sculture e installazioni che indagano il percorso artistico dell’artista dagli anni Settanta a oggi) e la straordinaria installazione della celebre "Montagna di Sale" (35 metri di diametro e 10 metri di altezza) in Piazza Reale, ricostruita a vent’anni di distanza dalla sua prima realizzazione a Gibellina e a quindici anni dal riallestimento in piazza del Plebiscito a Napoli.

In questo itinerario ideale alla scoperta dell’arte di Paladino, Il "Cacciatore di Stelle" si presenta come un formidabile inedito del grande Maestro, inserito oltretutto nel glorioso contesto del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. "L’Arte, come afferma Paladino, non è un fatto di superficie fine a se stesso, né di abbandono viscerale ad atteggiamenti poetici. L’Arte è sempre indagine sul linguaggio". "Siamo orgogliosi che Mimmo Paladino, nella sua incessante ricerca di nuove forme espressive, sia stato ispirato da un velivolo Piaggio Aero e lo abbia trasformato in un’opera d’Arte assolutamente unica.

Già straordinario in sé come risultato del genio progettistico italiano, il P.180 assume oggi una dimensione nuova, diviene opera di un grande Artista e con questo suo “Cacciatore di Stelle” realizza un evento senza precedenti” come spiega l’Avvocato Alberto Galassi, Amministratore Delegato di Piaggio Aero. Il "Cacciatore di Stelle” ,la mostra antologica "Paladino” a Palazzo Reale e l’installazione della "Montagna di Sale", sono rese possibili grazie all’amore per l’arte e la cultura di Piaggio Aereo, Banca Popolare dell’Emilia Romagna e Meliorbanca.

Marco Bianchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi