Shuttle: non si vola prima del 10 maggio

Endeavour illuminated by bright xenon lightsI dirigenti NASA dello Space Shuttle e della Stazione Spaziale Internazionale si sono incontrati lunedì ed hanno stabilito martedì 10 maggio come la prima possibile data in cui la missione STS-134, con a bordo l’astronauta dell’ESA Roberto Vittori e lo Spettrometro Alfa Magnetico AMS, potrebbero essere lanciati.
La data si basa sulla speranza di successo nella sostituzione della scatola difettosa del Load Control Assembly (LCA) situata nel compartimento posteriore del veicolo.

Secondo i piani, i dirigenti si incontreranno nuovamente venerdì per stabilire una data di lancio più certa dopo che la scatola è stata rimossa e sostituita e un test dei sistemi completato.

La data di lancio è stata rivista dopo che i responsabili del Programma Space Shuttle hanno ulteriormente valutato i tempi per la sostituzione della scatola e per testare nuovamente i nove sistemi dello Shuttle associati con tale dispositivo di controllo. A tale lavoro seguirà, come di consueto e prima che si possa procedere per il conto alla rovescia, la chiusura del compartimento posteriore. 

L’equipaggio della missione STS-134 è di nuovo a Houston e rimarrà in quarantena durante questo periodo per aggiustare i tempi di veglia-sonno rispetto alla nuova data di lancio. Durante la permanenza al Johnson Space Center della NASA, l’equipaggio condurrà esercizi di simulazione del lancio e di atterraggio insieme al team di controllo del volo basato al Mission Control, per poi ritornare in Florida per il conto alla rovescia.

Comunicato ESA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi