Incidente dall’AF447, le dichiarazioni di Airbus

Alcuni articoli comparsi recentemente in merito all’incidente dell’AF447 fanno riferimento a un’ informativa diramata da Airbus ai propri clienti. Scopo di questo documento, conosciuto come AIT (Accident Information Telex) è di fornire agli operatori una serie di informazioni relative a eventuali misure di sicurezza che potrebbero derivare da un’inchiesta sull’incidente.

Per questo motivo un AIT deve essere approvato dall’autorità che conduce l’inchiesta, che in questo caso è la BEA (Bureau d’Enquêtes et d’Analyses – Ente per la sicurezza dell’aviazione civile francese). Questo AIT è stato dunque approvato dalla BEA prima che Airbus lo inviasse ai propri clienti e non contiene alcuna raccomandazione inerente alla sicurezza, a questo stadio dell’inchiesta.

Airbus disapprova fortemente qualsiasi forma di speculazione nell’ambito di un’inchiesta di sicurezza e deplora qualsiasi comunicazione inappropriata relativa a un evento così grave, che dovrebbe essere gestito con professionalità e dignità.

Airbus, in collaborazione con Air France e con le autorità, ha sostenuto fin dai primi giorni dopo l’incidente sia le ricerche in mare per ritrovare l’aeromobile che le indagini tecniche, al fine di trarne tutti gli insegnamenti possibili nel solo interesse della sicurezza del trasporto aereo.

In questo contesto, Airbus continua a prestare il proprio supporto alla BEA che conduce questa inchiesta con tutto il rigore e la competenza necessari.

Patrick Trancu

TT&A, Milano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi