Daily Archives: 19 maggio 2011

Aeroporto di Torino, che boom!

Continua il positivo trend del traffico passeggeri dell’Aeroporto di Torino che ad aprile segna +11,3% con 301.429 unità rispetto allo stesso periodo del 2010 che era stato caratterizzato da un periodo di chiusura. Il dato progressivo dei passeggeri relativo al primo quadrimestre 2011 è in crescita del 5,4% se paragonato al 2010 con quasi 1,2 milioni di persone transitate dallo scalo torinese.

I passeggeri di linea nazionali sono stati oltre 189mila (+11%), mentre quelli internazionali oltre 111mila (+12,5%). DESTINAZIONI In aumento del 26% i passeggeri che hanno utilizzato gli hub europei collegati dall’Aeroporto di Torino, in particolare Amsterdam con Alitalia (+64%), Bruxelles con Brussels Airlines (+51%), Monaco (+35%) e Francoforte (+34%) con Lufthansa e Parigi con Air France (+21%).

Tra le altre destinazioni internazionali Berlino con Alitalia cresce del 130%, Tirana con Albanian Airlines cresce del 113%, Katowice con Lot del 76% grazie all’aumento delle frequenze e al cambio di aeromobile che passa dall’Embraer 40 all’Embraer 70. Istanbul con Alitalia segna +56%, Mosca con Alitalia cresce del 38%. Bene anche i voli Ryanair che ad aprile hanno registrato aumenti di frequenze: su Brussels Charleroi i passeggeri aumentano del 33%, mentre su Barcellona Gerona del 16%.

Incidente dall’AF447, le dichiarazioni di Airbus

Alcuni articoli comparsi recentemente in merito all’incidente dell’AF447 fanno riferimento a un’ informativa diramata da Airbus ai propri clienti. Scopo di questo documento, conosciuto come AIT (Accident Information Telex) è di fornire agli operatori una serie di informazioni relative a eventuali misure di sicurezza che potrebbero derivare da un’inchiesta sull’incidente.

Per questo motivo un AIT deve essere approvato dall’autorità che conduce l’inchiesta, che in questo caso è la BEA (Bureau d’Enquêtes et d’Analyses – Ente per la sicurezza dell’aviazione civile francese). Questo AIT è stato dunque approvato dalla BEA prima che Airbus lo inviasse ai propri clienti e non contiene alcuna raccomandazione inerente alla sicurezza, a questo stadio dell’inchiesta.

Airbus disapprova fortemente qualsiasi forma di speculazione nell’ambito di un’inchiesta di sicurezza e deplora qualsiasi comunicazione inappropriata relativa a un evento così grave, che dovrebbe essere gestito con professionalità e dignità.

Nuovo General Manager per Thai Airways Italia

Importante cambio ai vertici Thai Airways Italia: la sede italiana della Compagnia dell’Orchidea dà il suo benvenuto a Kamalars Ngaosuvan in qualità di nuovo General Manager Thai Airways Italy & North West Africa.

Una carriera iniziata 32 anni fa presso il vettore di bandiera thailandese, di cui circa la metà trascorsi in mercati strategici internazionali ed europei come Brunei, Australia, Scandinavia, Spagna e Portogallo sempre con la carica di General Manager, prima di atterrare negli uffici romani di Thai Airways Italia.

Sono onorato di intraprendere una nuova avventura nello stimolante scenario del mercato italiano” – dichiara Kamalars Ngaosuvan, nuovo GM Thai Airways Italia – “Proseguendo sulla scia tracciata con successo dal mio predecessore, l’obiettivo prioritario è riconfermare il forte investimento della Compagnia di Bandiera Thailandese sull’Italia con una serie di iniziative ed operazioni ad hoc, delle quali la prossima e di maggior rilievo è sicuramente il lancio del 4° collegamento da Milano Malpensa a Bangkok previsto per il 22 maggio.

Una stretta di mano italiana nello spazio

Lo Space Shuttle Endeavour è arrivato alla Stazione Spaziale Internazionale dopo il lancio di lunedì 16 maggio.Endeavour docking ISS

A bordo i due astronauti italiani Roberto Vittori e Paolo Nespoli si sono incontrati per la prima volta nello spazio.  E’ un successo per la nostra nazione che per la prima volta ha due astronauti insieme sulla Stazione Spaziale Internazionale.

Vittori è arrivato sulla ISS grazie allo shuttle Endeavour mentre ad aspettarlo a bordo vi era Paolo Nespoli, arrivato lo scorso dicembre con la navetta russa Soyuz.

Le 12 Famiglie dell’Amarone e Air Dolomiti insieme per promuovere il vino della Valpolicella.

L’Amarone d’Arte vola a Monaco per una settimana all’insegna della promozione del vino simbolo della Valpolicella.

Da oggi e fino al 31 maggio i passeggeri in transito presso Spazio Italia, al Terminal 2 dell’aeroporto di Monaco (che conta oltre 23 milioni di passeggeri l’anno) potranno conoscere, attraverso percorsi degustativi, l’Amarone delle 12 Famiglie storiche (Allegrini, Begali, Brigaldara, Masi, Musella, Nicolis, Speri, Tedeschi, Tenuta Sant’Antonio, Tommasi, Venturini, Zenato) che da oltre un anno hanno lanciato un manifesto e un ologramma distintivo a difesa dell’eccellenza produttiva.

Per Sandro Boscaini, Presidente delle Famiglie dell’Amarone d’Arte: “La Germania è uno dei principali sbocchi per l’export dei vini italiani in Europa e nel mondo. Infatti, nel 2010, il nostro Paese ha esportato 6 milioni di ettolitri per un valore di 850 milioni di euro. Un successo – prosegue Boscaini – che coinvolge anche l’Amarone, il rosso di alta gamma più apprezzato dai tedeschi. In questo scenario risulta strategica la partnership con Air Dolomiti con cui, da due anni, condividiamo politiche di promozione e valorizzazione del made in Italy di eccellenza”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi