WTO condanna Boeing per le consistenti sovvenzioni illegali ricevute

L’Organizzazione Mondiale del Commercio (World Trade Organisation – WTO) ha pubblicamente condannato gli Stati Uniti per aver concesso a Boeing consistenti sovvenzioni illegali che hanno causato ad Airbus perdite nelle vendite per 45 miliardi di dollari. Tutto ciò fa seguito ad anni di accuse infondate e tentativi di demonizzazione di Airbus, specialmente durante la lunga campagna per aggiudicarsi la commessa della US Air Force per gli aeromobili Tanker.

“Alla fine la verità è emersa: Boeing ha ricevuto e continua a ricevere sovvenzioni che hanno un effetto ben più grave in termini di distorsione del mercato rispetto ai prestiti rimborsabili di cui ha beneficiato Airbus”, ha dichiarato Reiner Ohler, responsabile degli affari pubblici e comunicazione di Airbus. “Considerando i due casi, l’Organizzazione Mondiale del Commercio ha ora esplicitamente concesso l’autorizzazione per l’utilizzo dei prestiti governativi europei e ordinato a Boeing di mettere fine agli aiuti illegali ricevuti da parte dei contribuenti americani. È tempo che Boeing smetta di negare o minimizzare le consistenti sovvenzioni illegali che ha fino ad ora ricevuto”, ha concluso Ohler.

Il rapporto finale del WTO rilasciato oggi stabilisce che:

1. Boeing non sarebbe stata in grado di lanciare il 787 senza ricorrere ad aiuti illegali.

“What is clear to us is that, absent the aeronautics R&D subsidies, Boeing would not have been able to launch an aircraft incorporating all of the technologies that are incorporated on the 787…” (para. 7.1775)

“[T]he R&D subsidies … contributed in a genuine and substantial way to Boeing’s development of technologies for the 787.” (paras. 7.1754, 7.1773 and 7.1794).

2. Boeing ha ricevuto “ almeno 5,3 miliardi di dollari di aiuti statali che sono stati ritenuti illegali.

“[W]e have estimated that the amount of these subsidies to Boeing’s LCA division was at least $5.3 billion.” (para. 7.1433).

3. Ulteriori 2 miliardi di dollari in aiuti statali e locali che Boeing riceverà in futuro sono da considerarsi illegali.

“[T]he Panel finds that the Washington [tax credits] are specific subsidies to Boeing.” “[W]e recommend that … the United States ‘take appropriate measures to … withdraw the subsidy’.” (Paras. 7.302, 8.9).

4. Gli effetti degli aiuti vanno ben oltre il semplice valore nominale, alla luce delle loro molteplici implicazioni.

“Precisely because the nature of this kind of subsidy is that it is intended to multiply the benefit from a given expenditure, the Panel considers it unlikely that the effects of such expenditure … would be reducible to its face amount.” (para. 7.1760)

5. Queste sovvenzioni hanno fortemente distorto la competizione all’interno dell’industria dell’aviazione e sono direttamente responsabili di pesanti danni nei confronti dell’industria dell’aviazione europea.

“[W]e would characterize the NASA R&D subsidies as strategically-focused R&D programmes with a significant and pervasive commercial dimension.” (para. 7.1764)

“[The subsidies] enabled Boeing to lower its prices beyond the level that would otherwise have been economically justifiable…. [T]his led to it securing sales that it would not otherwise have made, while in other cases, it led to Airbus being able to secure the sale only at a reduced price. (para. 7.1818)

6. L’effetto di questi aiuti proseguirà anche in futuro mettendo Airbus in una posizione di forte svantaggio.

“We note further that, to the extent that these subsidies have enabled Boeing to win sales from Airbus in the past, they have served to entrench Boeing as the incumbent supplier, thereby putting it at an important switching cost advantage over Airbus in future sales.” (para. 7.1818)

“Il procedimento da parte del WTO si è ritorto contro Boeing”, ha dichiarato Rainer Ohler. “La società ha visto condannare in modo pieno i meccanismi di finanziamento americani – a condizione che gli Stati Uniti siano intenzionati a rispettare la sentenza – mentre il meccanismo europeo è stato approvato come strumento legale. L’unico risultato di questa disputa anacronistica è che limita l’abilità dell’America e dell’Europa di competere con la concorrenza emergente che ha accesso a sussidi governativi illimitati”.

Airbus è soddisfatta del rapporto prodotto dal WTO, ma comprende che la Commissione europea potrebbe comunque fare appello in relazione a diverse problematiche legate all’interpretazione legale. In questo Airbus sostiene pienamente la Commissione europea.

Per il testo completo del rapporto: www.wto.org (search item DS353)

Patrick Trancu

TT&A, Milano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi