Virgin Atlantic diventa operatore del bireattore Airbus A330

Per la prima volta nella propria storia, Virgin Atlantic Airways ha schierato sulle proprie rotte transatlantiche un jet bireattore, utilizzando un Airbus A330-300. Con questo volo inaugurale, che trasporta i passeggeri tra Manchester e Orlando, Stati Uniti, Virgin Atlantic si impegna a investire in aeromobili più eco efficienti e a rafforzare i servizi tra il Regno Unito e la costa est degli Stati Uniti, l’Africa dell’est e dell’ovest, il Medio Oriente e l’India. L’aeromobile è il primo di una serie di 10 A330-300 ordinati nel dicembre 2009.

Grazie alla fusoliera wide-body che permette standard di comfort molto elevati, l’A330-300 assicura una configurazione ottimale delle poltrone e delle classi in funzione delle richieste dei diversi operatori. Con un’autonomia di 5.600 nm/10.400 km e una capacità di 300 passeggeri, l’A330-300 è perfettamente adatto per il medio e lungo raggio, offrendo il migliore rapporto autonomia/costo. L’A330-300 rimane il mezzo più economico per il trasporto di 300 passeggeri su rotte a medio raggio, con un comfort equivalente a quello offerto a bordo di un aeromobile per il lungo raggio. Gli ordini per questo modello sono a quota 480 esemplari.

La Famiglia A330 di aeromobili bireattori offre una capacità da 200 a 400 posti, include varianti per il trasporto cargo, VIP, militare e per il rifornimento, e ha ricevuto fino ad ora oltre 1.100 ordini.

Patrick Trancu

TT&A, Milano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi