Un parco in Aeroporto

Per i Parchi Lucani è arrivato il momento di partire con la promozione d’avanguardia all’aeroporto di Orio al Serio di Bergamo. Il rivoluzionario Orio Kube, installato in uno dei posti maggiormente frequentati dello scalo bergamasco, ha preso a funzionare proprio ieri venerdì 11 marzo, dando la possibilità ai passeggeri in transito o in attesa di conoscere le bellezze naturali, ambientali e paesaggistiche della nostra regione. Sui quattro grandi monitor interattivi sono già caricate innumerevoli notizie relative al Parco Nazionale dell’Appennino Lucano Val d’Agri Lagonegrese e a quello regionale di Gallipoli Cognato.

Il progetto, promosso come capofila dal Parco dell’Appennino Lucano e patrocinato dall’assessorato regionale alle attività produttive della Basilicata, ha lo scopo di portare le emergenze turistiche del territorio direttamente a portata di mano dei viaggiatori che transitano attraverso l’aeroporto di Bergamo, meta di milioni di utenti all’anno tra i quali spicca un target giovanile molto elevato. Insieme alle notizie circa i luoghi, i monumenti, la storia, i percorsi, l’ospitalità e le possibili attrazioni che i turisti possono trovare nei luoghi descritti, sono disponibili, grazie a un software innovativo e di facile consultazione per tutti, anche i servizi che il territorio offre ai potenziali visitatori. Un presidio turistico multimediale in piena regola, insomma, che si avvale di una tecnologia innovativa che offre all’utente la possibilità di scegliere a proprio piacimento le notizie da consultare all’interno di un menu ricco e intuitivo, consultabile attraverso un monitor con tecnologia touch screen.

Il progetto era stato presentato durante un’apposita conferenza stampa nel mese scorso e poi al pubblico specializzato della Bit di Milano. “Il nostro Parco, insieme ad altre emergenze della regione –ha commentato il commissario straordinario del Parco dell’Appennino Lucano Domenico Totaro- può presentare di rettamente a milioni di viaggiatori le proprie bellezze, e sprigionare, così, le proprie potenzialità turistiche sulle quali stiamo puntando molti dei nostri sforzi”.

Comunicato Parco Appennino Lucano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi