La regione Asia-Pacifico guida la domanda di nuovi aeromobili per i prossimi 20 anni

Richiesta per 8.560 nuovi aeromobili per un valore di 1,2 trilioni di dollari

Secondo il produttore europeo di aeromobili Airbus nei prossimi 20 anni verranno consegnati alle compagnie aeree della regione Asia-Pacifico circa 8.560 aeromobili. Con un valore di 1,2 trilioni di dollari, la domanda per questa regione rappresenta circa il 33% delle consegne di nuovi aeromobili previste per il periodo a livello mondiale, affermandosi come il mercato principale per il trasporto aereo superando quindi il nord America e l’Europa.

Le ultime previsioni per la regione sono state presentate ad Hong Kong da Chris Emerson, Senior Vice President Product Strategy & Market Forecast di Airbus.

Le previsioni di Airbus si basano su una crescita più alta della media sia del traffico passeggeri che cargo, alla quale si aggiunge la sostituzione di molti aeromobili attualmente in servizio. In termini di crescita Airbus prevede un aumento annuale del numero di passeggeri trasportati dalle compagnie aeree della regione Asia-Pacifico del 5,8% mentre il volume di merce trasportata attraverso la regione aumenterà annualmente del 7%. Queste cifre sono da confrontare con la crescita media a livello globale per il mercato passeggeri del 4,8% e il 5,9% per il mercato cargo. Parallelamente le compagnie aeree della regione prevedono di sostituire il 78% dei 3.680 aeromobili attualmente in servizio, assicurandosi la possibilità di continuare ad operare una delle più giovani ed eco efficienti flotte nel mondo.

Airbus prevede inoltre che la regione continuerà a guidare la richiesta per gli aeromobili di grandi dimensioni, riflettendo la concentrazione di popolazione della regione nelle grandi zone urbane e la necessità di un numero maggiore di posti tra le megalopoli in rapida espansione. Per questo nei prossimi vent’anni le compagnie aeree della regione acquisteranno circa 3.3.60 nuovi aeromobili widebody. La cifra rappresenta circa il 40% della totalità delle consegne di aeromobili widebody a livello mondiale e include 780 aeromobili di grandissime dimensioni come l’A380 e circa 2.580 aeromobili widebody a doppio corridoio come l’A330 e il nuovo A350 XWB.

Sebbene il mercato della regione Asia-Pacifico sia dominato dalla domanda per aeromobili widebody, la richiesta per gli aeromobili a corridoio singolo dovrebbe aumentare nei prossimi anni raggiungendo i 5.200 esemplari nella categoria da 100 a 210 posti, come la Famiglia A320. La crescita sarà guidata principalmente dall’aumento del numero di operatori low cost, così come l’apertura di nuove rotte secondarie a corto raggio, specialmente in Cina, in India e nel Sud Est Asiatico.

Nel settore cargo, la regione continuerà a dominare il mercato mondiale e la flotta delle compagnie aeree dell’area Asia-Pacifico dedicata al trasporto cargo si quadruplicherà raggiungendo i 1.056 aeromobili. Sebbene molti di questi aeromobili verranno convertiti da modelli per il trasporto passeggeri, Airbus prevede che nei prossimi vent’anni saranno consegnati circa 270 nuovi aeromobili cargo. Questi rappresentano oltre il 30% della domanda globale prevista per la produzione di nuovi cargo.

Chris Emerson, presentando le previsioni, ha dichiarato che le compagnie aeree dell’area Asia-Pacifico beneficeranno di una crescita economica dinamica e continua in tutta la regione, di una maggiore liberalizzazione del sistema del trasporto aereo in Asia e dell’aumento del benessere che permetterà a un maggior numero di persone di prendere l’aereo per la prima volta.

“Nei prossimi vent’anni le compagnie aeree dell’area Asia-Pacifico trasporteranno un terzo di tutto il traffico passeggeri globale e due terzi di tutto il traffico merci”, ha dichiarato Chris Emerson. “Per rispondere efficacemente alla richiesta prevista, saranno necessari aeromobili con capacità maggiore per ridurre la congestione e consentire di fare di più con meno. Grazie a una gamma completa di prodotti moderni ed eco efficienti, che comprendono solo velivoli completamente nuovi nel segmento dei grandi aeromobili, Airbus sarà particolarmente attenta a rispondere alle esigenze dei vettori della regione”, ha concluso Emerson.

L’area Asia-Pacifico è un mercato chiave per Airbus, rappresentando più di un quarto del totale degli ordini registrati dalla società ad oggi. Circa 1.700 aeromobili Airbus sono attualmente in servizio nella regione presso oltre 70 operatori, ai quali si aggiungono 1.100 ordini di prossima consegna. Questo mercato rappresenta il 32% del totale del portafoglio ordini totale della società, dimostrando l’importanza dove il mercato del trasporto aereo civile è in forte crescita.

Le previsioni Airbus per la regione Asia-Pacifico sono ricavate dal Global Market Forecast (GMF) della compagnia, che prevede un totale di 25.850 nuovi aeromobili per il trasporto passeggeri e cargo per un valore stimato in USD 3,2 trilioni per i prossimi vent’anni. La previsione indica una domanda totale per 1.740 aeromobili di grandi dimensioni, 6.240 aeromobili widebody a doppio corridoio e 17.870 aeromobili a corridoio singolo.

La linea di prodotti Airbus comprende la Famiglia A320, la più venduta nel mercato degli aeromobili a corridoio singolo, la popolare Famiglia A330/A340 e il nuovissimo A350 XWB nella categoria di aeromobili a corridoio doppio e l’A380, il fiore all’occhiello per il segmento degli aeromobili a grandissime dimensioni. Nel mercato cargo Airbus offre attualmente il nuovo A330-200F, un aeromobile di media grandezza.

Patrick Trancu

TT&A, Milano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi