Biocarburanti: il Governo Spagnolo, Iberia ed Airbus lanciano una nuova iniziativa

Il Governo spagnolo, Iberia Arlines ed Airbus hanno firmato un accordo per dare vita in Spagna a una filiera commerciale, completa e nazionale per lo sviluppo di biocarburanti sostenibili e rinnovabili destinati al settore del trasporto aereo.

L’accordo è stato firmato a Madrid da Isaías Táboas, Ministro dei Trasporti spagnolo, Suárez Antonio Vazquez, Chairman Iberia Airlines, e Tom Enders, Presidente e CEO di Airbus.

L’accordo mira a promuovere e sostenere iniziative volte a sviluppare una filiera nazionale per la produzione di biocarburanti per il trasporto aereo spagnolo, utilizzando risorse sostenibili dalla produzione al consumo, con particolare attenzione all’analisi economica e tecnica.

“L’utilizzo di biocarburanti da parte dell’industria del trasporto aereo spagnola e lo sviluppo di una ‘catena del valore’ spagnola permetterà al nostro paese di ridurre la propria dipendenza dai carburanti fossili, aumenterà la competitività delle nostre aziende riducendo i costi associati alle emissioni di CO2 e creerà valore e ricchezza per la nostra economia” ha dichiarato Isaías Táboas, Ministro dei Trasporti spagnolo. “Siamo convinti che il settore pubblico e quello privato lavoreranno insieme per lo sviluppo e l’implementazione di questa importante iniziativa”.

“I cambiamenti climatici pongono un’importante sfida al nostro settore. L’ambizioso traguardo di riduzione delle emissioni di CO2 che il settore del trasporto aereo si è posto può essere raggiunto solo se i biocarburanti diventano una realtà. Nell’ambito di questa iniziativa Iberia contribuisce la propria esperienza nelle operazioni di volo e nella manutenzione degli aeromobili, elementi fondamentali per portare a termine le sperimentazioni che renderanno questo obiettivo raggiungibile”, ha commentato Suárez Antonio Vazquez, Chairman Iberia Airlines.

Airbus contribuirà il proprio know-how in termini di studi di fattibilità, ciclo di vita e analisi della sostenibilità del progetto.

“I biocarburanti rappresentano una strada obbligata per l’industria del trasporto aereo se desideera raggiungere gli obiettivi ambiziosi di riduzione delle emissioni di CO2 che si è data. Noi crediamo che i biocarburanti debbano essere esclusivamente utilizzati nel comparto del trasporto aereo, un settore che non ha altre alternative energetiche”, ha dichiarato Tom Enders, Presidente e CEO di Airbus. “Tutti gli attori dell’industria dell’aviazione, inclusi i governi, giocano un ruolo importante nella riduzione dei livelli di CO2 rilasciati nell’atmosfera. Airbus supporta lo sviluppo di filiere per la produzione di biocarburanti con l’obiettivo di accelerare la commercializzazione di questi carburanti per l’aviazione”.

Lo sviluppo della filiera vede la partecipazione degli agricoltori, società di raffinazione, compagnie aeree per promuovere la commercializzazione di biocarburanti sostenibili. La prima fase del progetto prevede la messa a punto di uno studio di fattibilità. La seconda fase si focalizzerà sulle soluzioni più promettenti a livello sperimentale. La terza fase, prevista a partire dal 2014, si focalizzerà sullo sviluppo del processo industriale.

L’iniziativa è guidata dall’ente nazionale spagnolo per la sicurezza del volo (AESA) e dal centro studi per navigazione aerea e la sicurezza (SENASA/OBSA) sotto la direzione dei ministeri per l’Ambiente e i Lavori Pubblici e per l’Industria.

Patrick Trancu

TT&A, Milano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi