Daily Archives: 4 febbraio 2011

British Airways miglior compagnia aerea

British Airways si è aggiudicata il prestigioso premio come miglior compagnia aerea in occasione dei Globe Travel Awards di Londra, unici nel loro genere perché coinvolgono da un lato i professionisti del settore e dall’altro i passeggeri stessi.

“Siamo orgogliosi di ricevere questo riconoscimento, soprattutto perché proviene dalle persone che per noi contano: i clienti e gli agenti di viaggio. Lavoreremo duro nel 2011 per garantire sempre maggiori benefici e un servizio eccellente ai nostri passeggeri.” Ha commentato Richard Tams, responsabile vendite UK&I di British Airways.

La compagnia aerea è presente sul territorio italiano con oltre 214 voli settimanali da 11 aeroporti che collegano ai comodi aeroporti londinesi di Londra Heathrow (LHR) e Londra Gatwick (LGW) e oltre.

Per maggiori informazioni e prenotazioni visitare il sito: www.ba.com

Fleishman-Hillard

Una nuova aviazione commerciale

Oltre 2.600 studenti si sono iscritti alla seconda edizione del concorso universitario Airbus Fly Your Ideas (FYI) che sfida gli studenti di tutto il mondo a sviluppare nuove idee per un’aviazione ecosostenibile. Studenti di 75 diverse nazionalità compongono i 315 team che si sono registrati alla prima fase del concorso. L’Italia, che nella classifica dei paesi partecipanti si è presentata alla prima fase con 14 team, passa ora alla seconda fase del concorso con ben 6 team selezionati, posizionandosi così al primo posto tra i paesi con il più alto numero di team ancora in gara. Sono 22 gli studenti che fanno parte dei 6 team italiani prescelti e che provengono dalle seguenti università italiane: Università Johns Hopkins di Bologna, Università degli Studi di Catania, Politecnico di Torino, Politecnico di Milano e Università degli Studi di Napoli "Federico II". I progetti sottoposti dai team italiani si focalizzano sulla progettazione (5 team) e sulla fine vita degli aeromobili (1).

I dati globali rilevano un aumento del 40% nel numero dei team partecipanti rispetto all’edizione 2009. 84 delle 315 squadre, che rappresentano 287 università, sono state selezionate per accedere alla seconda fase del concorso, guadagnandosi la possibilità di partecipare alla finale che vedrà impegnati solo 5 team e si terrà durante il Salone Internazionale di Le Bourget a Parigi, in Francia nel giugno 2011.

Airbus ha invitato gli studenti a presentare delle proposte relative a tutti i livelli previsti dall’“Environmental Life Cycle”, un approccio utilizzato da Airbus per migliorare la performance di ogni aeromobile a livello ambientale, intervenendo nelle cinque aree del processo di produzione: progettazione, supply chain, produzione, funzionamento e fine vita dell’aeromobile.

Al via il 1000° 767!

Il 767-300ER per la Giapponese All Nippon Airways, alimentato da due General Electric CF6 -80C2, è stato presentato nel corso di una cerimonia lo scorso 2 febbraio ad Everett, Washington.

"Mentre salutiamo il 1.000° 767, altri 767 sono già in costruzione in una nuova base dove possiamo produrre aerei in modo più efficiente per gli anni a venire”.

Via: Flight Global

L’A330 a ritmo accellerato

imageAirbus ha deciso di aumentare il tasso di produzione per la sua famiglia A330 di dieci aerei al mese rispetto al secondo trimestre del 2013.

Attualmente Airbus costruisce otto aeromobili della Famiglia A330 ogni mese. Questo tasso mensile salirà a nove nei primi mesi del 2012, prima di raggiungere velocità di dieci nel secondo trimestre del 2013.

"Stiamo aumentando il tasso di produzione per l’A330 a causa della forte domanda di mercato", ha dichiarato Tom Williams, Airbus ‘Executive Vice President. "Nel lungo raggio, nella categoria di medie dimensioni, l’A330 è l’aereo giusto per le compagnie aeree in tutto il mondo".

L’A330 non è solo un bestseller come aereo di linea passeggeri, ma anche come un  Multi Role Tanker Transport, come aereo VIP e anche come una nave da carico.

Altre Terre fuori dal sistema solare?

Appena un paio di settimane fa avevamo assistito alla scoperta del suo primo pianeta roccioso. Ora Kepler, il telescopio spaziale della NASA incaricato di cercare oggetti spaziali simili alla Terra, ha messo a punto una nuova interessante scoperta: cinque pianeti di dimensioni comparabili a quelle terrestri ruotano compatti e vicini alla loro stella, chiamata Kepler 11, mentre un sesto pianeta, il più esterno,  ha una distanza dalla stella che è circa metà rispetto a quella della Terra dal Sole. Kepler 11 è una nana gialla e il suo primato è quello di essere la prima stella osservata con più di tre pianeti intorno.

I pianeti orbitanti intorno a Kepler 11  hanno una massa che va da 2,3 volte a 13,5 volte quelle della Terra (dimensioni simili a quelle dei pianeti Urano e Nettuno) e impiegano da 10 a 47 giorni per orbitare attorno alla loro stella. Il sistema è distante “solo” 2000 anni luce, una distanza enorme per l’uomo ma molto piccola per un sistema di misurazione astronomico.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi