Il Tupolev 154 verso l’addio

Il Tupolev 154, dopo essere stato bandito dai cieli europei, potrebbe presto scomparire anche da quelli russi. La causa dell’estinzione il tragico incidente di sabato scorso in cui ci sono stati 3 morti ed oltre 40 feriti. Lo scorso anno il velivolo era stato bandito dai cieli europei per l’eccessivo rumore prodotto dentro e fuori il velivolo.

Quello di sabato scorso è solo l’ultimo di una lunga serie di incidenti. Tutti ricorderanno il tragico incidente del 8 agosto 1975 in cui persero la vita il presidente polacco, Lech Kaczynski, e altri 174 passeggeri a bordo.

E non solo! Nel giugno del 1994 un Tupolev della China Northwest si e’ disintegrato in volo sulla provincia cinese di Xian (160 morti) mentre a fine agosto ’96, il volo Vnukovo Airlines (Russia) si e’ schiantato alle isole Svalbard con 141 morti.

La lista è incredibile: il 4 luglio del 2001 un tragico atterraggio a Irkutsk è costato la vita a 145 persone mentre il 22 agosto del 2006 il volo Pulkovo 612 fra Anapa e San Pietroburgo è precipitato causando 170 i morti.

La lista è infinita: 29 morti a causa di un incendio nel 2006 (Iran Air Tours), 168 morti nel luglio 2009 (Caspian Airlines), 96 morti lo scorso 10 aprile tra cui il presidente della Polonia, Lech Kaczynski, e sua moglie Maria.

Insomma, anche la Russia ha deciso di cambiare aria… è ora di volare in sicurezza… era ora…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi