Monthly Archives: gennaio 2011

Aeroporto chiuso… per la neve che non c’è…

image

Incredibile ma vero! Oggi lo scalo di Preturo, meglio conosciuto come Aeroporto dei Parchi, è rimasto chiuso per neve… che non c’è!

Il tutto è partito da un “notam” che parla di piste sdrucciolevoli, neve di diversi millimetri e così via… Niente voli per due giorni! Oggi e domani l’aeroporto sarà chiuso prevedendo che l’arrivo di una neve copiosa… neve che, al momento, è l’unica grande assente…

Fonte: in Abruzzo

Saranno questi gli aerei del futuro?

Tre caratteristiche uniche ed indistinguibili: gli aerei del 2025 saranno ecologici, silenziosi e poco assetati di kerosene.

image

Le proposte presentate da Lockheed Martin, Northrop Grumman e Boeing Company sono apparse alcuni giorni fa sul sito della nasa (è l’ente committente). Aerei in grado di coprire oltre 11mila chilometri e portare fino a 45mila chili.

Secondo la NASA i velivoli del futuro emetteranno 71 decibel in meno rispetto alle attuali normative della Federal Aviation Administration e consumeranno il 70% in meno di carburante. Alcune compagnie hanno puntato all’aerodinamica, altre all’efficienza dei motori, altre ancora alla diminuzione della velocità per ridurre i consumi.

Saranno proprio questi i velivoli del futuro? Voi cosa ne pensate?

I ‘Crop circle’ atterrano in Indonesia

People watch the 70-meter-wide (70-yard-wide) crop circle that appeared in a rice field in Sleman, Yogyakarta, Indonesia. Photo: APMigliaia di curiosi stanno affollando un campo di riso in Indonesia per guardare un crop circle gigante.

Anche se chiaramente creato dagli esseri umani il cerchio ha attirato l’attenzione della popolazione, tanto che la polizia ha isolato l’area con un nastro giallo. Inoltre gli abitanti del villaggio hanno iniziato a riscuotere un contributo per la visita del manufatto.

Guntur Purwanto, capo del villaggio Jogotirto nel distretto di Sleman, ha detto che il cerchio è apparso nel bel mezzo delle risaie verdi durante il fine settimana.

Dopo le indagini dell’agenzia spaziale Indonesia, gli astronomi e i funzionari dell’agenzia nucleare sono d’accordo che l’opera non è di origine aliena.

Via: The Indu

L’aeroporto del Cairo è nel caos

Per un "effetto collaterale" delle proteste in corso da cinque giorni al Cairo, ma soprattutto del coprifuoco decretato di conseguenza dal governo egiziano, sono bloccati stasera in aeroporto, nel tentativo non facile di tornare a casa appena possibile, tra 1.500 e 2.000 passeggeri, in maggioranza senza prenotazione e diretti verso Arabia Saudita, Emirati Arabi, Giordania e Libano. Si tratta, secondo fonti ufficiali, per meta’ di turisti e per metà di egiziani, compresi operatori economici di vari settori per i quali ciascuna delle compagnie di bandiera dei rispettivi paesi sta tentando di approntare voli supplementari, in totale una decina.

Ma le difficoltà maggiori, a quanto dicono fonti aeroportuali, sono quelle di reperire velivoli ed equipaggi che devono essere dirottati da altre rotte per far fronte all’emergenza. Soprattutto nel caso in cui l’anticipo di oggi dell’inizio del coprifuoco, dalle 18 alle 16, ha provocato l’annullamento o il grave ritardo dell’arrivo di varie aeromobili. All’aeroporto del Cairo, però, sono anche bloccati senza possibilità di andarsene decine di passeggeri arrivati da altri Paesi: il coprifuoco non permette loro di uscire dall’aerostazione e raggiungere le proprie destinazioni in città o in altre località del paese. Pressoché’ impossibile accertare le nazionalità precise di quanti sono bloccati nello scalo del Cairo International Airport, anche a causa del ridotto funzionamento delle linee telefoniche mobili.

TUI Travel PLC sigla ordine per due nuovi Airbus A330-300

TUI Travel PLC ha siglato un ordine per due aeromobili A330-300, diventando nuovo cliente diretto di Airbus. Il tour operator europeo ha ordinato gli aeromobili per la sua compagnia aerea sussidiaria francese Corsairfly. I due A330-300 wide-body, nella variante da 235 tonnellate di peso massimo al decollo, saranno utilizzati sulle rotte a lungo raggio più frequentate tra Parigi, attraverso l’Atlantico, e le Antille francesi e l’America del nord, oltre alle destinazioni nell’Oceano Indiano.

Gli aeromobili avranno una configurazione a due classi da 362 posti.

“Siamo lieti della scelta fatta da TUI Travel di acquistare gli aeromobili Airbus A330”, ha dichiarato Pascal Izaguirre, Managing Director di Corsairfly. “Abbiamo sperimentato le ottime performance dell’A330-200 attualmente presente nella nostra flotta, e questi nuovi aeromobili, che offrono efficienza e affidabilità eccezionali e costi operativi bassi, ci consentiranno di attuare perfettamente la nostra nuova strategia. Inoltre, la communalità dell’aeromobile, caratteristica unica degli aeromobili Airbus, ci permetterà di soddisfare gli obiettivi del nostro programma di ristrutturazione”, ha aggiunto Izaguirre.

“Ad oggi l’A330-300 non è soltanto l’aeromobile più efficiente nella sua categoria con i più bassi consumi di carburante attualmente in servizio, ma anche l’aeromobile che meglio si adatta alle esigenze delle compagnie in termini di autonomia e capacità”, ha dichiarato John Leahy, COO Clienti di Airbus. “La decisione del tour operator TUI di acquistare il nostro più apprezzato aeromobile di medie dimensioni per il lungo raggio è un’ulteriore conferma che l’A330 risponde perfettamente ai bisogni del mercato”, ha aggiunto Leahy.

Un aeroporto per ospedale

Una ragazza filippina di 24 anni ha partorito suo figlio al pronto soccorso dell’aeroporto di Malpensa. La giovane era appena atterrata nello scalo milanese a bordo di un volo Emirates proveniente da Dubai. Incinta di 27 settimane, aveva sentito i primi dolori mentre l’aereo era ancora in volo e il comandante aveva subito allertato l’ambulanza, è arrivata sotto bordo dopo l’atterraggio.

La 24enne, alla seconda gravidanza, è stata portata al pronto soccorso dell’aeroporto e ha partorito nel giro di un’ora. Madre e figlio stanno bene. Il bambino, nato prematuro, verrà ricoverato all’ospedale di Varese, ma solo per una serie di controlli.

Fonte: Repubblica

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi