La Russia invade il Piemonte, per la neve!

Il Piemonte accoglierà da gennaio a marzo 2.000 turisti in arrivo dalla Russia e diretti sulle montagne olimpiche. E’ questo il risultato dell’accordo che è in fase di definizione tra Regione Piemonte, SAGAT e Danko, uno dei più importanti Tour Operator russi, già attivo in altre regioni del nord Italia.

Nei 3 mesi invernali sono previsti 16 voli da Mosca (in arrivo tra il sabato e la domenica) e 2 voli da Krasnodar, che garantiranno al Piemonte circa 14.000 giornate di soggiorno. “Non è stata una trattativa semplice – commenta Alberto Cirio, assessore al Turismo della Regione Piemonte – e questo ci rende ancor più soddisfatti del risultato. L’accordo con Danko è un ulteriore tassello che completa la strategia di promozione del turismo invernale messa in piedi dalla Regione. Dobbiamo essere sempre più presenti su tutti i mercati e non limitarci a promuovere solo le eccellenze dei nostri prodotti turistici, ma anche le connessioni e i mezzi di trasporto veloci che favoriscono il raggiungimento del Piemonte da parte dei turisti.

Danko, – conclude Cirio – unitamente agli altri charter della neve, al mantenimento di importanti ski routes con Ryanair e al consolidato rapporto con Alitalia, costituisce una garanzia di successo della stagione invernale appena iniziata”.

“Si consolida ulteriormente l’offerta neve proveniente da uno dei mercati più importanti e appetibili quali la Russia – dichiara Maurizio Montagnese, presidente SAGAT Aeroporto di Torino. Quest’anno stimiamo che i passeggeri russi che transiteranno dall’Aeroporto di Torino saranno circa 14 mila in arrivo, grazie anche ai voli di linea Alitalia e Windjet. Un importante segnale che ancora una volta conferma la bontà degli investimenti effettuati in cooperazione con la Regione Piemonte e Turismo Torino". I contatti con Danko risalgono al 2009 e grazie all’organizzazione di diversi educational il tour operator ha individuato il Piemonte e le montagne olimpiche come una nuova meta sciistica da offrire al mercato russo.

L’operazione prevede, anche, l’ospitalità di oltre 30 persone, tra i migliori venditori della rete di agenzia di viaggi russe che promuovono il prodotto di Danko. Un’ulteriore occasione per far conoscere le strutture e i servizi delle montagne olimpiche a chi poi dovrà venderle sul mercato russo. Danko ha già dedicato alle strutture dell’area Grandi Stazioni Invernali Alpi Alta Val Susa 40 pagine del volume ITALIA. Proprio in queste ore è in corso sulle montagne olimpiche un educational organizzato da Turismo Torino e Provincia a cui partecipano 3 dipendenti Danko dell’ufficio centrale di Mosca e 7 agenti di viaggio di Krasnodar e Rostov.

A gennaio sono già in programma 2 educational che toccheranno anche le Langhe e Torino, segno che il tour operator russo ha interesse a investire anche in altre aree piemontesi non legate alla neve.

Comunicato SAGAT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi