Spazio: il futuro del petrolio passa dall’ESA

I membri dello spazio, del petrolio e del gas si sono riuniti per discutere delle attuali capacità di osservazione della Terra e gli obblighi di informazione in evoluzione sul petrolio e sul gas.
"Questa è la prima volta che abbiamo avuto questo livello di collaborazione tra l’ESA e l’industria del petrolio e del gas", ha detto il dottor Richard Eyers, Senior Consultant Remote Sensing per Shell International. 

"Stiamo aumentando il nostro livello di comprensione reciproca per scoprire quali sono le tecnologie a nostra disposizione comunicando ad ESA  quali informazioni abbiamo bisogno".

Jean-Paul Xavier, un esperto di telerilevamento per la compagnia petrolifera francese Total, ha bisogno di prodotti a valore aggiunto. "Siamo a un punto in cui abbiamo un sacco di dati ma abbiamo bisogno di parametri più precisi, come la temperatura, la subsidenza e la copertura dei terreni", ha detto Xavier. "Come industria condividiamo gli stessi problemi e siamo alla ricerca di soluzioni. Si tratta di un importante workshop ESA, perché unendo le compagnie petrolifere con i fornitori di servizi, siamo in grado di discutere di queste sfide".

Kjell Morten Sviland, un ingegnere capo per la mappatura e l’informazione geografica a Statoil, Norvegia, ha voluto assicurare che la sua azienda è a conoscenza di tutti i servizi di osservazione offerti. I dati satellitari possono aiutare l’esplorazione in acque profonde. "Abbiamo chiesto un elenco di funzionalità che sono attualmente disponibili," ha detto. "Abbiamo anche comunicato le nostre esigenze future."

Tre temi sono stati affrontati durante l’incontro: l’esplorazione, la sostenibilità ambientale delle infrastrutture e dei trasporti.

Al workshop, tenuto presso il centro di osservazione della Terra dell’ESA (ESRIN), a Frascati, Italia, il 14 e 15 settembre, hanno preso parte 120 partecipanti, almeno 40 dell’’industria petrolifera e del gas, tra cui le major come Agip, BP, ENI , Petrobras, Statoil, Shell, Total, ExxonMobile, Chevron e Woodside.

Comunicato ESA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi