Smog Cinese: dal vivo, dal satellite

Smog over China

Ai primi di ottobre 2010, di un clima ad alta pressione nella Cina orientale ha aumentato il livello di inquinanti per quasi una settimana. Da 9 e 10 Ottobre, China’s National Environmental Monitoring Center ha dichiarato la qualità dell’aria "povera" a per Pechino e in 11 province orientali. I cittadini sono stati invitati a prendere misure per proteggere se stessi, e la visibilità era ridotta a 100 metri in alcune zone. Almeno 32 persone sono morte in incidenti stradali causati dalla scarsa visibilità.

L’8 ottobre 2010, il Moderate Resolution Imaging Spectroradiometer (MODIS) ha catturato questo colore naturale che mette in risalto lo smog in Cina. Il bianco latte e grigio che copre il centro dell’immagine è lo smog e la nebbia, mentre i bianchi brillanti a destra e i bordi a sinistra sono le nuvole.

L’ Ozone Monitoring Instrument ha rilevato elevati livelli estremamente alti di particelle di aerosol e di biossido di zolfo. Il biossido di zolfo proviene generalmente dalla combustione di centrali elettriche a carbone e fonderie, e le concentrazioni di picco-6-8 unità Dobson, erano da sei a otto volte la norma per la Cina e 20 volte la norma per gli Stati Uniti.

L’evento è stato probabilmente causato da un mix di aumento delle emissioni, da bruciatura di residui agricoli, dalle fabbriche, e dalle emissioni dei veicoli e dal sistema di tempo stagnante. I giorni di relativa calma non hanno portato abbastanza vento per soffiare l’inquinamento lontano dalle sorgenti.

Comunicato NASA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi