Lunar Google X-Prize

Le missioni spaziali destinate all’esplorazione della Luna riscuotono l’interesse sia della scienza che della tecnologia e rappresentano una occasione insostituibile per testare strategie e strumenti per missioni planetarie verso obiettivi lontani e complessi.

In questo contesto si colloca la competizione Lunar Google X-Prize, che richiede ai partecipanti di realizzare una missione lunare, finanziata in larghissima parte da privati, mirata a sbarcare un rover sulla Luna, che rispetti particolari requisiti di mobilità,  e a rinviare immagini sulla Terra.

Team Italia intende partecipare alla competizione col supporto delle accademie e delle industrie aerospaziali italiane. Team Italia è costituito da un nucleo fondante, Politecnico di Milano, Politecnico di Torino, Università Federico II di Napoli, Università La Sapienza di Roma, Università di Padova, Carlo Gavazzi Space, Thales Alenia Space Italia,  Space System Development e AICA,  Associazione Italiana di Cultura Aerospaziale.

Team Italia è aperto alla collaborazione di eventuali altri membri associati, che verranno selezionati in base all’esperienza maturata in attività correlate con le missioni di esplorazione spaziale e la qualificazione dell’equipe operativa.

Le aree in cui si potrebbero inserire contributi complementari a quanto già coperto dai membri del nucleo fondante di Team Italia sono principalmente:

  • attività di supporto al Ground Equipment Lander e Rover
  • Solar Arrays Lander e Rover
  • GNC sensors
  • Supporto a test e validazione del Rover in ambiente rappresentativo lunare
  • Propulsion equipment market survey
  • Supporto alla ricerca di sponsorizzazioni e finanziatori privati

Si segnala che in questa fase preliminare ogni partecipazione deve intendersi autofinanziata in attesa che il processo di ricerca di sponsorizzazione dia risultati. Nel contempo si richiede di contribuire alle spese per espletare le formalità della partecipazione alla competizione.

Comunicato ASI

One Response to Lunar Google X-Prize

  1. […] dettagli sul progetto italiano li trovate sul sito di Google in inglese ed in italiano su quest’altro segnalato da […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi