Linate, disinnescato ordigno bellico

E’ stata fatta brillare dagli artificieri dell’Esercito la bomba d’aereo da 500 libbre nei pressi di Segrate (Milano). La deflagrazione (l’ordigno era stato sepolto 11 metri sottoterra) ha echeggiato con forza nell’area protetta. Lo scalo di Linate sta tornando alla normale operatività dopo che, per misure di sicurezza, alcuni voli sono stati cancellati, ritardati o deviati per permettere il disinnesco della bomba.

Bomba 2a guerra,voli fermi a Linate

Dalle 5 della mattina i vigili urbani di Segrate hanno girato per le case per controllare che tutti gli abitanti della zona, circa 1300, si fossero allontanati. La maggior parte sono in ferie, altri hanno preferito andarsene da amici o in gita e solo una trentina hanno deciso di passare la giornata nel centro di raccolta organizzato dal comune, presso una parrocchia. La bomba americana era di tipo AN-M GP, da 500 libbre ad alto esplosivo.
Sono 36 i voli che hanno subito delle limitazioni durante le due fasi dello stop del sorvolo a Linate. Sei sono stati cancellati, 16 riprogrammati e 14 deviati in altri scali. L’ordigno e stato fatto brillare in un ‘fornello’ realizzato nella stessa area dove è stato trovato, un cantiere edile in via per Redecesio, angolo via Calabria.

Fonte: TGCOM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi