L’incontro inusuale con un asteroide

Asteroid Lutetia

Lutetia nel punto di massimo avvicinamento

L’Asteroide Lutetia è stato rivelato come un mondo martoriato di molti crateri. La missione Rosetta dell’ESA ha mostrato le immagini dell’asteroide che molto probabilmente è un sopravvissuto primitivo della nascita violenta del sistema solare.
Il flyby è stato un successo spettacolare per Rosetta, con un avvicinamento ad una distanza di 3162 km.

Le immagini mostrano che Lutetia ha numerosi crateri, è un corpo allungato, con il suo lato più lungo di circa 130 km. Le immagini provengono dallo strumento OSIRIS di Rosetta, che combina un ampio angolo e una macchina fotografica ad angolo stretto. Al massimo avvicinamento, i dettagli fino ad una scala di 60 m possono inquadrare tutta la superficie di Lutetia.

"Penso che questo è un oggetto molto antico. Stasera abbiamo visto un residuo della creazione del sistema solare", spiega Holger Sierks, ricercatore principale OSIRIS, Max Planck Institute for Solar System Research, Lindau, in Germania.

Comunicato ESA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi